ALTRI SPORT

Ippica: Giovanni Petraroli si coccola il suo Zingaro dei Rum

Ennesima vittoria e nuovo record per il ‘reuccio’ locale

Comunicato stampa
12.06.2018 11:06

Ad aprire il convegno di lunedì un confronto sul doppio chilometro riservato ai tre anni nel quale il reuccio locale Zingaro Dei Rum era sfidato dal napoletano Zahir Jet, l’unico ad averlo battuto negli ultimi sei mesi in un confronto diretto svoltosi a Napoli lo scorso marzo. In questa circostanza, però, Zingaro Dei Rum si faceva valere, sfilando al comando dopo 400 metri e respingendo proprio Zahir Jet sulla seconda curva, poi quest’ultimo falloso e squalificato nel tentativo di sistemarsi secondo. Una volta saltato il match la strada si metteva in discesa per Zingaro Dei Rum, che Giovanni Petraroli conduceva all’ennesima vittoria (la settima nelle ultime otto uscite), al nuovo record in carriera di 1.15.3. Alle sue spalle un’ottima Zante Breed prevaleva sul sempre regolare Zador.

Giovanni Petraroli raddoppiava i successi con la potente ma lunatica Venere Clad, che passava al comando dopo 200 metri e si teneva fuori dalla portata dei rivali concludendo il miglio in un tondo 1.15.0.

Anche Gervasio Galloso siglava una doppietta: Somewhere, declassato in categoria G, chiudeva in breve la partita trottando i due giri di pista a media di 1.15.5 salvandosi da un buon Pandemonium e Tiffany Fox. Bissava con Zeto Sferr, in chiusura di pomeriggio, che rimontava la favorita Zoe Breed e la batteva di giustezza grazie ad un percorso rifinito in 1.16.8.

Coast to coast nella corsa gentlemen di Uffizi Cla, affidato a Graziano Scarano, che controllava agevolmente Uanita Ur sino al traguardo, completando il miglio a media di 1.14.8 per il raddoppio da trainer anche per Salvatore Cracolici sommato al successo ottenuto con Zeto Sferr.

Ritornava alla vittoria anche Si Etoile Del Rio, interpretata a Giuseppe Immobile, nella reclamare sul miglio grazie ad un bel percorso all’esterno che non fermava la figlia di Love You, la quale concludeva all’ottima media di 1.13.6. Facile affermazione anche per Vicky Il Vichingo, con Antonio Esposito (90), che sul doppio chilometro registrava un tempo di 1.15.3 per fare passerella finale.

Commenti

Grottaglie: Il ‘diesse’ Pizzonia, ‘Questa nuova veste mi piace’
Taranto: Mercato, si batte una nuova pista per l’attacco