TARANTO

Pronostici: Campana, ‘Taranto, non snobbare questo Nardò’

L’ex tecnico del Gragnano analizza la 3a Giornata del Girone H della Serie D: ‘Una pugliese vincerà il campionato. Campane toste, non sarà facile batterle’

Alessio Petralla
13.09.2019 11:59

Un Girone H affascinante per Rosario Campana, ex tecnico del Gragnano e veterano della categoria: “Come tutti gli anni, sarà un campionato pieno di fascino e qualità: calciatori e società si daranno battaglia - dice a Blunote -. Peccato, almeno per il momento, non esserci”. E anche dando un’occhiata online, non si fatica a credere alle parole di Campana: ogni sito di scommesse sportive ha tenuto d’occhio il calciomercato estivo e la preparazione atletica per riuscire ad offrire le quote più precise per una stagione che si prospetta combattuta e ricca di sorprese.

IL TARANTO: “Come sempre, la società ha costruito una rosa all’altezza del blasone e della città. Quest’anno, però, ha da subito consapevolezza nei propri mezzi che in passato arrivava tardi. Ha calciatori con personalità e con le caratteristiche giuste per vincere. Dopo l’episodio con il Brindisi è stato protagonista di una gran prova di forza in quel di Casarano ottenendo la vittoria in dieci. Comunque, dovrà vedersela con avversari di spessore come Cerignola, Bitonto, Casarano, Foggia e Fidelis Andria”.

LE CAMPANE: “Si sono attrezzate per tempo adeguandosi a una programmazione. Non lotteranno per le posizioni di vertice o la vittoria finale, ma sarà difficile batterle”.

LA SORPRESA: “Non credo in una vera e propria sorpresa. Sicuramente chi è senza pressioni può ritrovarsi inaspettatamente in zona playoff, ma alla fine viincerà una delle pugliesi già citate. Poi, a fare la differenza saranno gli infortuni e gli episodi. Il Picerno della passata stagione ha sorpreso solo perché si tratta di un piccolo paese, ma la rosa era composta da calciatori dal gran curriculum. Il Taranto, invece, dev’essere protagonista anche in C”.

CAMPANA: “Nella passata stagione ho ragionato con il cuore: ho allenato una formazione giovane con calciatori poi richiesti da società importanti. Per quanto mi riguarda, in attesa della chiamata giusta assisto a due partite al giorno di varie categorie. E’ vero che sono un veterano della D, ma c’è sempre da imparare”.

LA PRESENTAZIONE DEL TERZO TURNO DI ROSARIO CAMPANA

3a Giornata - Serie D - Girone H -15-09-19

AGROPOLI-TEAM ALTAMURA: “L’Agropoli è molto giovane, ma domenica ha ben figurato a Foggia. L’Altamura ha elementi di categoria e in un altro girone lotterebbe per i playoff. SI affrontano l’entusiasmo dei giovani campani e l’esperienza dei baresi”.

CERIGNOLA-GRUMENTUM: “I padroni di casa, tra i pretendenti alla vittoria finale, sfidano i lucani che hanno disputato un buon primo tempo a Nocera e vinto con il Gravina. Per la formazione di Potenza è una partita da vincere assolutamente”.

CASARANO-BRINDISI: “Le ho viste entrambe all’opera: il Brindisi cola sulle ali dell’entusiasmo dopo le due vittorie di fila con Taranto e Nocerina, mentre il Casarano non vorrà perdere la seconda partita in casa di fila. Gara tosta, anche se gli adriatici ci hanno abituato a tirar fuori il coniglio dal cilindro”.

FASANO-BITONTO: “Se proprio devo citare una sorpresa, dico Fasano perché non ha tante pressioni. Il Bitonto sotto l’aspetto della qualità è favorito, ma occhio ai biancoazzurri che hanno una buona organizzazione di gioco”.

FRANCAVILLA-GELBISON: “Lazic può contare su un’ottima rosa e negli anni ha dimostrato che sul proprio campo è difficile fare punti. La giovane Gelbison, però. sarà una brutta gatta da pelare per tutti”.

GRAVINA-SORRENTO: “In casa, i gialloblù sono artefici di grandi prestazioni, in versione esterna calano. A parte la vittoria con il Nardò, il Gravina viene da un paio di risultati negativi, mentre il Sorrento ha un solo punto in classifica nonostante abbia buoni calciatori: è solo una questione di risultati, il gioco c’è”.

GLADIATOR-FIDELIS ANDRIA: “La formazione campana è molto organizzata: a Santa Maria Capua Vetere sarà dura per tutti. La Fidelis ha voglia di riscattare il ko di Vallo della Lucania, ma non sarà una passeggiata al cospetto di un avversario forte in tutti i reparti”.

NOCERINA-FOGGIA: “I molossi hanno un pubblico eccezionale che ti fa sentire calciatore. La Nocerina punta  alla salvezza e sfideranno un Foggia difficile da battere: il secondo ko su tre per i satanelli rappresenterebbe un campanellino d’allarme. Sarà un match a viso aperto: il Foggia ha investito tanto e ha una rosa più ampia”.

TARANTO-NARDO’: “Conosco molto bene Foglia Manzillo, sa far interpretare alla grande il suo 3-5-2. Nelle prime due partite, i neretini non hanno fatto punti, ma con il Fasano meritavano qualcosa di più. Però, una squadra come il Taranto non può permettersi di perdere altri punti in casa. I calciatori rossoblu sanno gestire le pressioni oltre a essere validi non solo tecnicamente, ma anche nella gestione di momenti importanti. Poi, ovviamente, sarà il campo il giudice. Per rosa e situazioni gli ionici possono fare risultato”.

Si ringraziano:

Diavoli Rossi: Renna, 'Diamo continuità al progetto sociale e sportivo'
Serie D/H: Mercato, un nazionale albanese per il Cerignola