Karate: Semeraro, ‘Al mondiale di Dubai per far meglio di Tokyo’

L’atleta di Faggiano: ‘L’esclusione del karate a Parigi 2024? Non sono d’accordo’

ALTRI SPORT
30.08.2021 18:35

(Di Tullio Luccarelli) Silvia Semeraro. Sulla carta d’identità recita una data: 2 maggio 1996. Da Faggiano, suo luogo natìo, a Tokyo. A venticinque anni poche persone al mondo posso dire di aver partecipato a dei giochi olimpici; Silvia è una di queste eccellenze, in uno sport, Il karate, che ha esordito proprio nella sua terra come sport olimpico e che, a Parigi 2024, purtroppo non sarà praticato. L’atleta delle Fiamme Oro, di ritorno dalle vacanze nella sua Puglia, ai microfoni di Blunote racconta il periodo a cinque cerchi, i progetti futuri, riflettendo anche sulla sua disciplina.

Come è stata l’esperienza di Tokyo?

«È stata sicuramente un’emozione unica, mi sono scontrata con i big del mondo e non è da tutti parteciparvi a venticinque anni, soprattutto alla prima Olimpiade non solo per me, ma anche per il karate. Riuscire a cogliere subito questa opportunità mi ha dato modo di arricchire il mio bagaglio e di credere in ciò che faccio da sempre. Sono tornata con molta più esperienza per affrontare le prossime gare. Ne approfitto per salutare il mio gruppo sportivo, le Fiamme Oro e tutta la Polizia di Stato che mi permettono di poter vivere questi scenari».

Dal 16 al 21 novembre 2021 ci saranno i Mondiali di karate a Dubai, dopo lo slittamento di un anno a causa del COVID. Avrai sicuramente fame di vittoria.

«Per ora penso a lavorare su alcuni aspetti che a Tokyo non sono andati, migliorarli, ma anche a ricaricarmi. Voglio andare lì per fare bene. Le gare sono particolari, sono imprevedibili, ma voglio arrivare lì con la consapevolezza di poter fare grandi cose, però prima voglio lavorare bene, voglio arrivarci meglio dell’Olimpiade».

Mercoledì 25 agosto sei stata premiata come Atleta di Taranto, cosa significa per te questo premio?

«È un premio “d’accoglienza” da parte dei miei concittadini; è stato appunto un accogliere, un dare valore a ciò che sto facendo per la mia terra, nonostante il mio sia uno sport poco valorizzato o poco conosciuto. È stato altresì emozionante e un onore ricevere il premio dal Questore di Taranto, ma anche vedere le altre autorità, come la Marina, i Carabinieri. Erano presenti anche i miei genitori e anche abbastanza gente; è stato un bel momento».

Il karate, molto probabilmente, mancherà alle Olimpiadi di Parigi. Qual è il tuo punto di vista su questa scelta?

«Non sono d’accordo. Il karate è una disciplina storica, uno sport, un’arte marziale che ti forma anche per la vita. Perciò questo mettere, togliere e poi rimettere lo trovo un po’ ridicolo. Noi atleti ci crediamo in quello che facciamo e siamo abituati a questi scenari, magari non così alti come un’Olimpiade. Mi dispiace tantissimo, anche per tutti quei ragazzi che, vedendo noi come degli idoli, hanno dei sogni, che credono in quello che fanno. Potrebbero sentirsi trascurati dopo questa decisione e mi dispiace per questo».

Il prossimo appuntamento Olimpico, salvo ripensamenti, sarà Los Angeles 2028.

«È un appuntamento lungo, nel frattempo faremo tante cose. Ci accontenteremo di Europei e Mondiali come abbiamo fatto fino ad adesso, però non perdiamo di vista questo sogno, ovvero di portare a casa una medaglia, quella che è mancata in questa».

Cosa vorresti dire a chi volesse approcciarsi al karate?

Quello che posso dire è di non arrendersi mai, di non mollare mai di fronte alle difficoltà o eventi critici come il COVID, o i problemi della vita; lo sport è una finestra di vita; Affrontando le avversità con la giusta filosofia, può aiutarci a fronteggiare la quotidianità, a calarci in una società molto difficile. Lo sport non deve essere praticato e basta, deve instillare anche dei valori che ci porteremo dietro nella vita».

 Appuntamento quindi a novembre, per i Mondiali di Dubai. Da Faggiano agli Emirati Arabi Uniti, con la consapevolezza dei propri mezzi e la fame di vincere medaglie, sognando di mordere l’oro a cinque cerchi ad L.A. La Puglia tifa per te.

Risparmia su assicurazione auto/moto 🚗💰🛵🏍 con Assicurazioni Lilla
Serie C: Girone C, tutti i gol della 1a Giornata