CRONACA

Taranto: FP CGIL contraria a esternalizzazione ufficio notifiche Comune

Comunicato stampa
19.06.2020 11:55


Questa O.S. prende atto che la G.C., su proposta dell’Assessore Castronovi, con deliberazione n. 148 del 12.06.2020 ha deciso di dare mandato al Dirigente Affari Istituzionali, dott. P. Spano, di affidare a soggetto esterno qualificato, le attività di supporto all’Ufficio Notifiche comunale, impegnando da subito la somma di € 50.000,00. Tale decisione viene motivata dalla carenza di personale e dai numerosi pensionamenti dell’ultimo triennio. Orbene, giova ricordare che la FP/CGIL all’indomani dell’adozione dei frettolosi piani del fabbisogno del personale, ebbe a denunciare la condotta antisindacale dell’Amministrazione e il rifiuto di aprire il confronto sulla questione. Si sostenne al tempo, tra l’altro, che la politica occupazionale decisa unilateralmente dalla Giunta Melucci, non creava un reale miglioramento della macchina amministrativa, non rispondeva ai bisogni del territorio e soprattutto non assicurava sevizi di maggiore qualità al cittadino. A distanza di tempo, i fatti ci hanno dato ragione, e così dopo l’affidamento di parte del contenzioso tributario ad uno studio legale esterno, oggi si arriva a voler esternalizzare l’Ufficio Notifiche. Questo perché in effetti i piani occupazionali hanno fallito il loro scopo ovvero assumere prima di tutto categorie di personale amministrativo destinate alle attività di sportello per i servizi ai cittadini e unità necessarie al potenziamento degli uffici in sofferenza ormai da anni ( demografia, tributi edilità, pubblica istruzione, appalti e contratti, SUAP, solo per citarne alcuni).Quanto poi alla carenza di unità all’interno dell’Ufficio Notifiche, la questione è datata ed era ben nota alla Giunta Melucci, quando ha adottato il piano assunzionale dell’ultimo triennio, perché le OO.SS. e la RSU, sentito il disagio dei messi comunali, hanno chiesto , sollecitato e insistito per anni anche con i Dirigenti, per l’avvio di un tavolo negoziale di condivisione per l’approvazione del Regolamento comunale, che disciplinasse le attività dell’ufficio notifiche e definisse le competenze e i compensi dei messi stessi. Non occorre dire che la Giunta Melucci, come sempre, non ha nemmeno risposto alle richieste delle OO.SS. e della RSU., andando avanti a produrre disagi sempre maggiori per il personale e per la macchina amministrativa. Sulla legittimità della esternalizzazione questa O.S., preliminarmente si rileva la perplessità sulle affermazioni dell’Assessore al Castronovi che peraltro, proponendo la esternalizzazione per carenza di personale dichiara ” il personale adibito all’esterno per i processo notificatorio, potrebbe essere utilizzato all’interno dell’Ufficio Notifiche, o assegnato ad altri uffici con seria carenza di risorse umane nell’ambito della Direzione”. Dovrebbe sapere l’assessore Castronovi che per tali utilizzi e assegnazione di personale, i contratti nazionali impongono il confronto, durante il quale ci auguriamo che l’assessore saprà indicare quali benefici i piani assunzionali hanno apportato alla riduzione del caos, in cui si trovano ancora gli uffici e i Servizi comunali.Infine, la FP/CGIL intende qui richiamare anche l’attenzione del Dirigente in ordine alla responsabilità di adottare i provvedimenti necessari a individuare tale soggetto esterno all’ente, invitandolo a verificare prima di tutto, ma non solo, la conformità della deliberazione di cui trattasi con la l. 265/99 la quale stabilisce il principio per il quale gli atti della P.A. sono notificati dai messi comunali. Tanto premesso questa O.S.
Chiede
* il rispetto delle relazioni sindacali sancite dai contratti di lavoro
* l’avvio immediato del confronto ai sensi e per gli effetti del CCNL * la immediata revoca della DGC n. 148 del 12.06.2020 (Anna Marra. Segretaria Aziendale FP Cgil Taranto, e Tiziana Ronsisvalle, Segretaria Provinciale FP Cgil Taranto)

Musica: ‘Tentacles and Miracles’, primo album del duo ‘Il Sogno di Rubik’
Lecce: Sticchi Damiani, ‘De Picciotto vuol investire solo nella città di Taranto’