CRONACA

Grottaglie: Raccolta differenziata, PD ‘Ecco perché è aumentata l’ecotassa’

Comunicato stampa
22.01.2020 22:01

Foto grottaglieinrete
Il Partito Democratico di Grottaglie ritorna, suo malgrado, sulla questione riguardante il “servizio di  gestione dei rifiuti“ nella nostra città e, ancora una volta, non può non constatare l’inefficienza dell’Amministrazione D’Alò. Il 2019 infatti, non solo non ha visto nessun miglioramento del suddetto servizio, ma al contrario ha visto un aumento sensibile della così detta “ecotassa” (tributo che si paga in base alle tonnellate di rifiuti conferite in discarica), che in forma massima il Comune di Grottaglie è costretto a pagare, dal 2019, a causa del non raggiungimento, nell’anno 2018, degli obiettivi minimi di Raccolta Differenziata previsti dalla legge (in particolare il D.lgs. 152/2006 - art.205 comma 1 e succ. modifiche). Il tributo che noi cittadini stiamo pagando è passato da €/tonnellata 7,50 del 2018 a €/tonnellata 20,69 nel 2019. Se a consuntivo la quantità di rifiuti conferiti in discarica nel 2019 dovesse essere simile a quella conferita nel 2018, l’aumento dei costi, solo per “ecotassa”, sarà compreso tra € 200.000,00 e € 250.000,00 rispetto a quelli dell’anno precedente. Pertanto nell’anno in corso, inevitabilmente, i cittadini grottagliesi, per coprire i costi aggiuntivi, vedranno certamente un aumento dei tributi locali (TARI, IMU, TASI) oppure un taglio dei servizi. Se a questo si aggiunge che nel 2019 è aumentato sensibilmente anche il costo per il conferimento in discarica e il conferimento agli impianti di recupero di alcune tipologie di rifiuti recuperabili (si veda la FORSU), prevediamo a breve un salasso non indifferente per le tasche dei cittadini della nostra città. E’ forte il timore, infatti, che la questione riguardante l’aumento dell’ecotassa si vada ad aggiungere alla già non brillante gestione complessiva dell’Ente da parte dell’Amministrazione D’Alò e che questo aumento dei tributi locali possa essere rilevante e diffuso. Noi del Partito Democratico già nel 2017 e 2018 avevamo preannunciato cosa si stava prefigurando, ma nulla è stato fatto per ovviare a tutto ciò. Siamo portati a pensare, inoltre, che le voragini aperte nel bilancio comunale stiano già portando i nostri amministratori a spremere i malcapitati cittadini, al fine di ripianare i conti. Non è un caso infatti che l’Amministrazione D’Alò stia continuando a tartassare, a nostro avviso ingiustamente, i contribuenti proprietari di terreni siti nel COMPARTO C e i commerciati che si sono visti arrivare prima di Natale scorso, cartelle relative all’imposta su insegne e pubblicità con sanzioni molto pesanti e in molti casi errate.  Non è possibile che mancando le coperture all’interno del bilancio, per ripianare i conti si devono spremere i malcapitati cittadini in questo modo. Non c’e’ limite al cinismo dell’attuale sciagurata Giunta D’Alò che si conferma non adatta ad amministrare una città come Grottaglie.

Teatro: Poltronissima 2020, ancora un musical con ‘Una notte a Broadway’
Il calcio in una foto