Giovanili

Giovani Cryos: Il ruolo dell’allenatore con i bambini...

Parla Salvatore Tempini, Educatore Responsabile della categoria Primi Calci Olympiakos

Comunicato stampa
20.02.2019 07:16

Salvatore Tempini

La crescita educativa dei ragazzi, prima di ogni cosa. Questo è pensiero di Salvatore Tempini, Educatore Responsabile della categoria Primi Calci Olympiakos, con il quale abbiamo affrontato diverse tematiche relative sia all’aspetto tecnico che al lato formativo. “Il nostro è un lavoro molto delicato. Com’è fisiologico che sia vista l’età, andiamo a confrontarci con bambini iperattivi, che hanno una gran voglia di giocare al calcio. Il nostro ruolo però ci impone di prendere il calcio vero e proprio a piccole dosi. Abbiamo il dovere di fornire loro quante più nozioni di natura motoria e coordinativa, che permettano una crescita consapevole sotto il profilo strutturale e fisico. L’allenamento è strutturato in tre postazioni, in ognuna di esse andiamo a svolgere un’esercitazione differente. Non sono da solo sul campo, questa diversificazione infatti richiede la presenza di almeno altre due figure che agiscono in totale autonomia. Fondamentale in questo contesto diventa l’essere affiancato da tecnici qualificati. Proprio in questo senso si inserisce la presenza della professoressa Maria Grazia Corigliano il cui lavoro tocca un ambito prettamente atletico, andando appunto a curare la parte motoria e coordinativa dei nostri piccoli atleti. La seconda postazione prevede l’utilizzo dell’attrezzo pallone, mentre il terzo ed ultimo segmento, che è quello che curo in prima persona può essere definito situazionale – cognitivo e si prefigge come obiettivo quello di coniugare l’utilizzo del pallone con quello della testa”. Tempini poi si sofferma sul valore educativo che il tecnico assume a Casa Cryos: “A mio modo di vedere le cose siamo per l’ottanta per cento degli educatori e solo per il restante venti rivestiamo il ruolo di allenatore. Parliamo di bambini di soli sette, otto anni e pertanto l’obiettivo principale resta sempre il divertimento, che però va necessariamente di pari passo con la crescita personale, educativa e calcisticadei nostri ragazzi”.

 

Basket 1a Div/M: La TDG Castellaneta è campione d’inverno
Futsal C1/F: Atletic Club Taranto, affermazione netta con Bitonto