Giovanili

Bisceglie e Sapio in finale scudetto: tanti tarantini per il tricolore

12.06.2018 20:25

Il Bisceglie under 15 fa un altro grande passo nella storia e raggiunge la finale scudetto. Venerdì giocherà per il titolo tricolore a Ravenna. Un risultato incredibile e insperato alla vigilia che rende merito al lavoro dello staff e dei ragazzi di Marco Piliego. Ma è stata una gara apertissima e ricca di emozioni sino all’ultimo minuto di recupero. Il gol partita per il Bisceglie giunge nel primo tempo al decimo: Riccardi imbecca Saponaro, il quale arriva in area e viene chiuso in angolo. Su azione seguente, il pallone arriva sul secondo palo e Orfano colpisce di testa. Miracolo sulla linea del Renate che non riesce a spazzare. Si avventa Zenelaj, il quale trafigge Colnago. Sempre nella prima frazione di gioco il Bisceglie ci prova con Simone Riccardi e Pozzessere, ma il portiere del Renate riesce a neutralizzare. Nella ripresa, pronti via, Cassano sfiora la traversa con un bolide dai 30 metri. Il Renate attacca, il Bisceglie prova a colpire in ripartenza. Si arriva così al maxi recupero concesso dal direttore di gare: 6 lunghi minuti al termine dei quali arriva il calcio di rigore conquistato da Rosa. Si presenta sul dischetto Giussani ma Carotenuto ipnotizza il giocatore del Renate. E’ finale scudetto per il Bisceglie di un Marco Piliego raggiante a fine gara. “Non è una squadra per deboli di cuore: a Gubbio al terzo minuto di recupero ci siamo qualificati, col Renate abbiamo sofferto fino in fondo con una squadra che ha ben giocato. Il rigore finale è stato neutralizzato alla grande. Tutti i ragazzi meritano un plauso particolare. Se siamo in finale scudetto lo dobbiamo a ognuno di loro. Contento per tutto lo staff e per la città di Bisceglie. Ma i protagonisti sono i ragazzi: il merito, ribadisco, è della squadra tutta. E’ stata la vittoria del cuore e della passione. Ora vedremo come andrà in finale”.  Un commosso ed entusiasta Piergiuseppe Sapio, responsabile tecnico del settore giovanile del Bisceglie, ha poche parole da esprimere al termine della gara. “Tutti i ragazzi sono stati un manipolo di eroi che hanno la finale con umiltà e sacrificio, lottando su ogni pallone. Ora, però, piedi per terra e lavoriamo per cercare di regalarci un sogno questa volta, davvero, fino alla fine”.

Taranto: Mercato, saltano i rinnovi di Favetta e Diakite
Eventi: Musica, quattro ragazzi del "Paisiello" a Villa Castelli...