FUTSAL

Futsal A2/F: Città di Taranto, il presidente Marsico chiama a raccolta i tifosi

Comunicato stampa
05.10.2019 12:11

6 ottobre 2019: riparte il Campionato di Serie A2 di calcio a 5 femminile. Riparte il campionato della Corim Città di Taranto, che difenderà i colori rossoblu per il terzo anno consecutivo in questa serie nazionale. Domenica alle ore 17 le ragazze di Mister Liotino affronteranno in casa, al Palafiom, il Progetto Sarno Futsal, squadra neo promossa ma non per questo da sottovalutare. Il Sarno nella passata stagione è arrivato terzo nel Campionato Regionale; superando i play-off disputerà quest’anno per la prima volta in assoluto il Campionato Nazionale di Serie A2. I tifosi sono da sempre l’arma in più della squadra, danno quella forza e quella carica nel momento del bisogno. Per questo, così come detto dalla numero 9 Assunta Sommese, il Presidente Marsico chiama a raccolta tutti i tarantini, per colorare di rossoblu il Palafiom e dare un grande sostegno alle ragazze della Corim. Le partite del calcio a 5 sono sempre un grande spettacolo per tutti, soprattutto per i bambini che possono assistere a grandi giocate e a grande fair-play in campo e fuori. La prima iniziativa da parte della squadra del Presidente Marsico è far entrare domenica in campo, insieme alle ragazze, i pulcini della Scuola Calcio Accademy Virtus Tarentum che tra il primo e il secondo tempo avranno anche modo di divertirsi sul parquet del Palafiom. Prima di ogni partita in casa, inoltre, verrà distribuito il giornalino della squadra, nel quale verrà presentato di volta in volta il match e verranno inserite altre informazioni.  Una simpatica iniziativa per avvicinare ancora di più le persone alla squadra e dar loro notizie sul cammino delle spartane. Come avviene ormai da tempo ogni partita delle rossoblu è dedicata a tutti quei tarantini che purtroppo stanno soffrendo a causa del “mostro d’acciaio”. E quest’anno le ragazze giocheranno con una persona in più nel cuore: Nadia Toffa, che purtroppo ci ha lasciati lo scorso 13 agosto a causa di un tumore. Taranto sarà per sempre legata a questa grandissima persona che si è prodigata molto per portare alla luce, con i suoi servizi televisivi, le conseguenze dell’inquinamento delle fabbriche Ilva. Per questo, il 25 settembre 2019, a seguito di una petizione online con più di centomila firme, è stato deciso che il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto porterà il suo nome. Domenica riparte il campionato. Domenica riprende a battere il cuore rossoblu. Tutti al Palafiom a sostenere le nostre ragazze!

Grottaglie: Parte il progetto per la realizzazione della smart city
Cerignola attesa al "Giovanni Paolo II", Nardò è tempo di vincere