CRONACA

Taranto: ‘I ladri non vanno mai in vacanza’

La campagna contro i furti della Polizia di Stato

Comunicato stampa
14.08.2019 19:06

Parte quest’anno la Campagna “I ladri non vanno mai in vacanza” promossa dalla Questura di Taranto, con la collaborazione della Camera di Commercio di Taranto, per fornire consigli utili per difendersi dai furti nei mesi estivi. È noto che le case, lasciate incustodite per le vacanze estive dei proprietari, possono diventare bersaglio dei “topi di appartamento”, che sanno di poter agire indisturbati, in considerazione dell’assenza, spesso, anche di vicini che possono fungere da sentinelle per allertate le Forze dell’Ordine. Seguendo piccole accortezze e semplici accorgimenti è possibile scongiurare brutte sorprese al rientro dalle vacanze. 

Per brevi periodi, è opportuno lasciare qualche luce accesa, o la radio o il televisore in funzione, per dare l’impressione che l’abitazione non sia disabitata. È opportuno chiudere sempre la porta di casa a chiave, con l’accortezza di non lasciare le chiavi sotto lo zerbino o in altri luoghi visibili e facilmente accessibili. 

In caso di assenza per lunghi periodi, è opportuno non far sapere ad estranei i propri programmi di viaggi o di vacanze che possono veicolare, anche inconsapevolmente, informazioni ai malintenzionati.

Potrebbe essere anche utile installare un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda le luci, la radio o la televisione. 

Per quanto possibile, potrebbe essere utile anche evitare l’accumularsi della posta nella cassetta delle lettere, chiedendo ad un vicino di ritirarla. 

In ogni caso, si deve ricordare di rendere sempre sicure porte e finestre, come una porta blindata con serratura antifurto e spioncino oppure installare un sistema antifurto elettronico con vetri antisfondamento o, perlomeno, con le grate. 

È sempre meglio non tenere in casa grosse somme di denaro e, se si posseggono oggetti di valore che devono restare in casa, consigliamo di fotografarli: in caso di furto, sarà facilitata la ricerca. 

Uno sguardo particolare all’uso dei social network, che spesso sono proprio loro ad aprire la porta di casa a malfattori e topi d’appartamento. La pubblicazione delle fotografie delle proprie settimane trascorse in vacanza consente ai ladri “moderni” di accedere, con una facilità disarmante, ad una miriade di informazioni sulla “disponibilità” delle abitazioni. 

Anche la pubblicazione sui social della foto di un biglietto aereo è estremamente rischiosa perché attraverso le date ivi impresse, si rende noto il periodo di assenza dalla abitazione. 

Il consiglio più importante è quello di chiamare sempre il 113 se, tornado a casa, si trova la porta aperta o chiusa dall’interno: potrebbe esserci ancora qualcuno che potrebbe avere reazioni scomposte una volta scoperto. 

Sono in corso di distribuzione 2 mila copie delle brochure realizzate dalla Questura di Taranto con il contributo della Camera di Commercio di Taranto negli uffici pubblici, postali ed esercizi commerciali al fine di veicolare, nella maniera più capillare possibile, questi consigli e suggerimenti per passare serenamente le proprie vacanze. 

“Un vademecum di semplici suggerimenti e consigli utili per la prevenzione di furti e rapine, soprattutto nei mesi estivi” – dichiara il Questore – “quando maggiore è la domanda di sicurezza da parte dei cittadini. La Polizia di Stato e la Questura di Taranto è da sempre impegnata per dare il proprio contributo all’innalzamento della sicurezza percepita attraverso l’intensificazione dei controlli ed una maggiore presenza di uomini e mezzi. Ed anche attraverso campagne di informazione – formazione nei confronti della cittadinanza”.

Serie C/C: Mercato, portiere da cantera Real Madrid al Catania
Serie D/H: Fasano, D’Amico ‘Sarà un campionato entusiasmante’