TARANTO

Taranto: Ci pensano Favetta e Roberti a stendere il Gragnano

20.01.2019 14:28

Gigi Panarelli sorprende tutti e cambia il Taranto. Il 4231 viene momentaneamente accantonato per far spazio al 3412 con D’Agostino alle spalle di Favetta e Croce. Rispetto alla sfida con la Sarnese, tornano in campo Marsili e Salatino. Nel Gragnano, Rosario Campana deve fare a meno di Gassama, che da lunedì dovrebbe nuovamente essere tesserato in prestito dai campani.

La massima resa con il minimo sforzo. Gli ionici ottengono l'intera posta in palio sul campo di un Gragnano imbattuto da sette giornate. Sette come i minuti che trascorrono prima del vantaggio rossoblù: Martone butta a terra in area Croce, l'arbitro Zamagni è nei paraggi e non può far altro che concedere la massima punizione. Un minuto più tardi è Favetta a realizzare la rete dello 0-1. La risposta dei padroni di casa è tutta nella punizione di Cavaliere, attutita dalla spalla di un campagno, che viene agganciata da Antonino. Favetta fa il solito lavoro di sacrificio ma, quando ha la palla tra i piedi, dovrebbe imparare a metterla dentro. Come in occasione del 19', allorquando con una bella acrobazia punta la sfera in alto. Il Taranto va in sofferenza soprattutto sulla sua fascia sinistra, dove Padovano batte sempre sul tempo Salatino e Ferrara più volte è costretto a rimediare. Su uno dei tanti cross del numero 2, Tascone colpisce in corsa mettendo fuori. D'Agostino ci prova con un lob, Russo para, tuttavia è Sorriso a rendersi pericoloso con un diagonale che scivola sul fondo. Al 39' bella giocata tutta di prima dei rossoblù, culminata con una conclusione di Favetta che trova nella deviazione di Russo una valida opposizione. Qehajaj tenta due volte di scardinare la porta, però la prima va fuori e la seconda viene respinta da Antonino. Prima del finale, Di Bari, imbeccato da D'Agostino, si vede respingere da un difensore avversario un tiro a botta sicura.

Nella ripresa i ritmi diventano più blandi e le possibilità di arrivare al tiro diradano. Al 47' botta improvvisa di D'Agostino, Russo si rifugia in corner. Passa quasi un quarto d'ora quando Pelliccia è chiamato a recuperare su Procida, sventando una nitida chance davanti alla porta. Panarelli decide di togliere dal campo Salatino e Croce per inserire Guadagno e Roberti. Il primo ferma le avanzate di Padovano, mentre il secondo chiude il match al 78' con un gran sinistro dal limite. Primo gol in due partite giocate per il neo-attaccante ionico. A seguire solo due colpi degli ospiti, entrambi dalla distanza: prima D'Agostino e poi Massimo non centrano l'obiettivo. Al termine di cinque minuti di recupero, il Taranto batte 2-0 il Gragnano e rimane sulla scia delle prime due della classifica. E domenica allo Iacovone arriva il Cerignola.

PRIMO TEMPO

1’ Partiti.

8’ GOL DEL TARANTO Favetta trasforma un calcio di rigore concesso dall’arbitro per un fallo di Martone, ammonito, su Croce.

13’ punizione di Cavaliere, sporcata dalla spalla di un compagno, che mette in leggera difficoltà Antonino.

15’ Ammonito Cavaliere (G) per gioco scorretto.

19’ acrobazia dal limite di Favetta, palla alta.

22’ a seguito di un traversone dalla destra, Tascone riceve in corsa dal limite e mette fuori.

25’ tentativo di pallonetto dal limite di D’Agostino, para Russo.

27’ un diagonale velenoso di Sorriso finisce sul fondo.

39’ Favetta riceve palla dentro l’area, gioca di fino, va alla conclusione, ma trova la deviazione di Russo in angolo.

41’ Qehajaj scarica da fuori, sfera alla destra di Antonino.

43’ Ancora Qehajaj dentro l’area impegna Antonino, chiamato a respingere.

44’ Di Bari, pescato in area da D’Agostino, conclude a botta sicura, ma un difensore campano devia in angolo.

45’ Concesso un minuto di recupero.

45’+1’ FINE PRIMO TEMPO: Gragnano-Taranto 0-1, Favetta all’8’.

SECONDO TEMPO

46’ Ripartiti con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione.

47’ tiro improvviso di D’Agostino, Russo piazza in angolo.

56’ ammonito Sorriso per gioco scorretto.

57’ SOSTITUZIONE Nel Gragnano: Piscopo per Qehajaj.

59’ espulso Rosario Campana, allenatore del Gragnano, per proteste.

61’ SOSTITUZIONE Nel Gragnano, Procida sostituisce Elefante.

63’ recupero strepitoso di Pelliccia su un inserimento di Piscopo.

64’ ammonito Di Senso per fallo su La Monica.

69’ SOSTITUZIONE Nel Taranto, Guadagno prende il posto di Salatino.

73’ SOSTITUZIONE Nel Taranto, Roberti per Croce.

75’ SOSTITUZIONE Nel Gragnano, Di Costanzo per Tascone.

78’ GOL DEL TARANTO raddoppio rossoblù con un sinistro dal limite di Roberti, al primo centro in rossoblu in nemmeno due partite giocate.

81’ SOSTITUZIONE Nel Taranto, Bova prende il posto di Favetta.

84’ SOSTITUZIONE Nel Gragnano, Achaval per Sorriso.

86’ SOSTITUZIONE Nel Taranto, Carullo per Ferrara.

88’ D’Agostino sfodera il destro, alto di poco.

90’ SOSTITUZIONE Nel Taranto, Oggiano per Di Senso.

90’ Cinque minuti di recupero.

90’+3’ Massimo ci prova da fuori, palla out.

90’+5’ GRAGNANO-TARANTO 0-2: FINALE. Un gol per tempo bastano per battere gli uomini di Campana. Marcatori: 8’ rigore Favetta, 78’ Roberti.

GRAGNANO-TARANTO 0-2

RETI: 8’ rigore Favetta (T), 78’ Roberti (T)

GRAGNANO 352: Russo; Chiariello, Martone, La Monica; Padovano, Tascone (75’ Di Costanzo), Cavaliere, Ammendola, Elefante (61’ Procida); Sorriso (84’ Achaval), Qehajaj (57’ Piscopo). Panchina: Sorrentino, Grimaldi, Avitabile, Minale, Fuso. All. Campana.

TARANTO 3412: Antonino; Pelliccia, Di Bari, Ferrara (86’ Carullo); Di Senso (90’ Oggiano), Massimo, Marsili, Salatino (69’ Guadagno); D’Agostino; Favetta (81’ Bova), Croce (73’ Roberti). Panchina: Pellegrino, Manzo, Bonovolantà, Menna. All. Panarelli.

Arbitro: Tommaso Zamagni di Cesena. Assistenti: Davide Pedroni di Schio e Matteo Paggiola di Legnago.

Ammoniti: Martone, Cavaliere, Sorriso (G); Di Senso (T).

Espulsi: Campana (allenatore Gragnano) al 59’ per proteste.

Note: Recuperi 1' pt e 5' st, corner 4-7

Fortitudo Grottaglie: Tutti i risultati della settimana
Serie D: Girone H, Cerignola e Picerno non si fermano