Cultura, musica e spettacolo

Musica: ‘Solo Lou Reed’, nuovo singolo di Michele Cortese

Comunicato stampa
02.05.2018 21:05

“Solo Lou Reed” è il nuovo singolo di Michele Cortese, cantautore salentino noto al grande pubblico anche per aver vinto la prima edizione di XFactor con gli Aram Quartet, e sarà disponibile domani 3 maggio su tutti gli store digitali. Il singolo - brano ebbro, irresponsabile e romantico - anticipa di due giorni il lancio del terzo progetto discografico da solista di Cortese, “KM0”. Dopo “Il teatro dei burattini” del 2011 e “Vico Sferracavalli 16” del 2014, “KM0” -autoprodotto per KM Records - sarà disponibile su tutti i digital storee nei negozi di dischi solo in vinile dal 5 maggio.

Una scelta non casuale: il progetto, infatti, richiama e recupera un’essenzialità diretta che ha indirizzato tutte le scelte verso un approccio analogico. 

La grande sensibilità cantautorale e le indiscusse doti vocali di Cortese saranno ancora una volta i protagonisti assoluti del nuovo disco, in cui questa volta il cantautore indossa anche le vesti di produttore artistico.

Arrangiato e registrato insieme alla band “Foedra” (batteria Giulio Rocca; basso Alessio Gaballo; chitarre elettriche Antonio Tunno;pianoforti, synth e tastiere Danilo Cacciatore) e altri musicisti ospiti, “KM0” è un disco di verità, scritto a nervi scoperti dallo stesso Cortese, autore e co-autore di tutte le tracce. 

La sincerità, oltre che dal punto di vista compositivo, si evince anche nel sound e nell’interpretazione vocale per un album suonato, infatti, quasi interamente in presa diretta e cantato tutto d’un fiato, frutto del lavoro di una squadra creativa di amici da sempre con la voglia di ri-azzerare i chilometri e re-inventarsi per riscoprirsi e ritrovarsi. 

In linea con il concetto di verità, si colloca l’approccio analogico alle registrazioni effettuate presso il Sudestudio di Guagnano (Le) utilizzando strumenti vintage (wurlitzer, leslie, armonium, …) e le buone vecchie bobine per le voci (registrazione e missaggio a cura di Stefano Manca).

Il disco sarà presentato e raccontato in occasione di una data zero non a caso in Puglia, nel Salento, terra di origine di Michele, sabato 5 maggio alle 21 negli spazi di El Barrio Verde ad Alezio (Le).

www.michelecortese.it

Facebook: @michelecorteseofficial

BIOGRAFIA

Michele Cortese, classe 1985, è un musicista e cantautore noto in Italia per la vittoria della prima edizione di X Factor insieme agli Aram Quartet coi quali pubblica due dischi per Sony. 

Nel novembre 2011 inizia il suo percorso da solista con l'album "Ilteatro dei burattini", prodotto dal Lucio "Violino" Fabbri. Il suo secondo album "Vico Sferracavalli 16", pubblicato nel 2014, prodotto dal chitarrista e producer Adriano Martino (figlio d'arte del grande Bruno Martino) è stato subito salutato dalla critica più attenta come un riuscito incontro tra la musica rock e la canzone d'autore. Sempre nel 2014 cura gli arrangiamenti vocali ed è uno dei tre protagonisti dell'opera rock sinfonica "Stabat Mater" di Franco Simone, patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali Italiano.

Nel 2015 raggiunge la notorietà anche in America Latinarappresentando l'Italia e l'Europa nel "Festival Internazionale dellaCanzone di Viña del Mar" in Cile e aggiudicandosi una duplicevittoria, come miglior interprete e miglior canzone, con il brano "Perfortuna”.

In seguito alla vittoria del festival cileno ha preso parte come co-coach alla prima edizione cilena del talent-show The Voice, ha rappresentato artisticamente l’Italia alla Fiera Internazionale del Turismo (F.I.T. Cuba) a Cayo Coco nel 2015 e ha calcato i palchi più importanti dell’America Latina tra Cile, Argentina e Cuba raccogliendo grandi consensi e posizionandosi come una delle piùvalide giovani proposte artistiche.

Nel Maggio 2017 ha interpretato Judas in Jesus Christ Superstar eErik in The Phantom of the Opera nello spettacolo teatrale Night in Broadway, prodotto da Merlín Producciones e andato in scena a Santiago del Cile. A Ottobre 2017 e di nuovo a Gennaio 2018 torna in tour nei migliori teatri del Cile come protagonista del musical The phantom of the Opera.

TRACKLIST

1) SOLO LOU REED (M. Cortese)

E’ il singolo che anticipa l’album, una canzone d’amore ebbra, irresponsabile, romantica. 

2) TREMI (M. Cortese)

    Un brano riflessivo che descrive il senso di smarrimento, la paura che ci fa sentire troppo piccoli e ci fa tremare in alcuni momenti della vita anche se ci mascheriamo da invincibili giganti.

3) SANTIAGO (M. Cortese)

Una dedica speciale e appassionata ad una città, Santiago del Cile, che in pochi anni ha regalato tanto a Michele, chilometri di distanza, chilometri di sogni, chilometri di dubbi, chilometri di occhi, sorrisi, canzoni, chilometri di parole nuove da imparare e ricordi da conservare nel petto. 

4) CREDI (M. Cortese)

Questa canzone è la “Milano e Vincenzo” di Cortese, una risposta ironica e pungente all’inganno e al tentativo di raggiro, inevitabilmente parte della vita e in particolar modo dello show business. 

5) A UN PASSO DA NOI (M. Cortese)

Una canzone d’amore che racconta la voglia di conoscere tutto della persona che si ama senza neppure chiederlo a lei se non ai suoi occhi, al mondo che la circonda, per raggiungere l’essenza stessa dell’amore che poi è lì… a un solo passo. 

6) MATERIA DELLO STESSO CIELO (M. Cortese – Matteo De Benedittis)

Non esistono colpe o ragioni in amore e, quando esso è grande, non esiste distacco; la crisi diventa solo un buco d’aria dentro materia dello stesso cielo di cui si è fatti, sotto cui si vive, in mezzo a cui, chiudendo gli occhi, si può volare. Un concetto a tratti metafisico espresso musicalmente in maniera semplice, pianoforte e voce, esattamente com’è stato composto il brano in origine. 

7) A PRESCINDERE DA NOI (M. Cortese)

Un invito senza filtri a lasciarsi andare alla passione che gonfia le vene, a non prescindere dalla bellezza che ci può pervadere in amore e farci sentire eroi sulla pelle dell’altro, nella testa, nelle mani. Ospite in questo brano la splendida voce della salentina Marta De Giuseppe. 

8) ITACA (M. Cortese – Daniele Vitali)

E’ un inno alla bellezza e non solo… Il vero amore lo si riconosce perché ad un certo punto diventa quasi senso di appartenenza, come per la terra madre, come per un genitore, come per un figlio. La metafora della mitologica Itaca e la storia legata a questa città sono utilizzate in questa canzone per descrivere poeticamente quanto può essere unico e urgente un sentimento. Nel brano ospite un quartetto d’archi. 

9) DOVE DORMONO GLI ANGELI (M. Cortese)

Un brano scritto osservando la bellezza della propria donna mentre dorme, una bellezza esagerata, fragile e forte allo stesso tempo, qualcosa di troppo grande che ci fa tremare le gambe, una bellezza così rara che vorremmo tutelarla e dalla quale a volte ci sentiamo tutelati nel privilegio di viverla, di poterla ammirare, appunto, anche quando non se ne accorge. 

10) AMORE IMPERFETTO (M. Cortese – D. Vitali)

E’ la canzone sinfonica del disco: nell’arrangiamentoinfatti pianoforte, archi, fiati e percussioni classiche sposati ad una sola chitarra elettrica. E’ la descrizione della confusione che crea il tormento in amore, il disordine, il dolore, la dipendenza da quel difetto che a volte rende perfetta ai nostri occhi la persona che amiamo. 

11) SANTIAGO (Unplugged Spanish Version) – bonus track

Una versione acustica in spagnolo della terza traccia del disco. 

CREDITS

Produzione artistica: Michele Cortese

Etichetta discografica: KM Records

Registrato e missato da Stefano Manca presso il Sudestudio di Guagnano (Le).

 

Le tracce “Tremi” e “Santiago” sono state registrate da Gianluigi Giorgino presso il Giallo Studio di Alezio.

Masterizzato da Pietro Caramelli presso l’Energy Mastering di Milano.

 

Foedra La band:

Batteria: Giulio Rocca

Basso: Alessio Gaballo

Chitarre elettriche: Antonio Tunno

Pianoforti, synth e tastiere: Danilo Cacciatore

 

Michele Cortese: chitarre acustiche e voci 

 

Pianoforte in “Materia dello stesso cielo”: Matteo De Benedittis

Vocalist in “A prescindere da noi”: Marta De Giuseppe, Eleonora Pascarelli, Alessandra Zuccaro.

Archi in “Itaca” e “Amore imperfetto”: Roberta Mazzotta(violino), Armando Ciardo (viola), Gabriele Musio(violoncello), Stefano Rielli (contrabbasso).

Quartetto d’archi in “Itaca” arrangiato da Danilo Cacciatore.

“Amore imperfetto”: arrangiamenti, pianoforte e programmazione di Daniele Vitali; registrazione fiati effettuata da Filippo Bubbico; Davide Sergi (clarinetto), Davide Cicerello (corno francese), Clara Calignano(flauto), Mario Esposito (basso elettrico)

Commenti

Taranto: Cinema, spiritualità e scienza olistica
Cedas Avio Brindisi: Sconfitta amara per gli Allievi