FUTSAL

Futsal A/F: Real Statte, capitan Margarito guarda al futuro

Stagione numero quattordici in rossoblu per il portiere

Comunicato stampa
01.06.2018 00:06

"E' terminato un affascinante e vincente, per gli obiettivi che avevamo stabilito, tredicesimo anno con il Real Statte e inizia la stagione numero 14 in maglia rossoblù". Con queste parole inizia il dialogo con Valentina Margarito, capitano delle ioniche, il primo tassello della stagione 2018/2019. Il portiere stattese racconta quello che è stato l'inizio del nuovo corso per l'Italcave. "Diciamo subito che non c'è stata una trattativa per la mia conferma ma solo un naturale dialogo tra me e la società per capire quelle che sono state le idee maturate nel corso di questo, come detto e ribadisco, bellissimo anno passato assieme a questo fantastico gruppo. Chi ci ha seguito, anche per solo un allenamento, ha potuto apprezzare la bontà del lavoro svolto sia dalla società, dallo staff e da noi stesse. Tutti uniti per il bene e per costruire un'Italcave Real Statte che possa essere vincente a stretto giro. Paradossalmente lo è stata anche in questa stagione: nessuno si aspettava noi tra le prime 4 d'Italia, con alcune formazioni che sono rimaste sorprese dal modo in cui l'Italcave Real Statte ha affrontato la stagione. Giusto per riassumere: qualificati in coppa Italia e raggiunta la semifinale: qualificati ai playoff scudetto e raggiunta la semifinale tricolore. Con un budget limitato abbiamo fatto una bellissima figura in coppa Italia e playoff scudetto. Non era scontata, inoltre, nemmeno la qualificazione alle due competizioni. Eppure lavorando e costruendo questi risultati sono possibili. Ecco perché siamo tutti orgogliosi ed entusiasti per come è andato questo anno sportivo. Con una grandissima vittoria: aver riavvicinato i tifosi. Ritrovare il palazzetto pieno, con i tifosi che hanno capito i nostri sacrifici, è un punto da non dimenticare. Certo, saremmo stati ancor più contenti se fossimo arrivati a giocare l'ultimo atto in coppa e playoff. Ma da tempo non arrivavamo a questi livelli, raggiunti con umiltà, sacrificio, educazione, mettendo il cuore davanti e giocando per la maglia siamo riusciti a fare quello che tutti avete visto in questa annata. Ciò non può che essere la giusta base su cui continuare a costruire".

Cosa dobbiamo adesso aspettarci per la nuova stagione? "Sono felice di riprendere ad agosto con queste ragazze, vedremo chi rimarrà. Con un anno che mi auguro addirittura migliore di quello che è stata la stagione appena chiusa. Dalla società mi aspetto un nuovo miglioramento: tanti piccoli mattoni che vanno messi insieme per costruire una casa ancor più accogliente e forte. E qui torno su quel concetto di grande famiglia che è tornato in questa stagione può ancor più rafforzarsi".

Commenti

Basket C Silver: Taranto mette in palio la Serie B
Tennis: Fabbiano, "Coric è destinato ad entrare in top ten"