ALTRI SPORT

Ciclismo: Il Giro d’Italia torna a far tappa a Brindisi dopo 48 anni

Era il 1971 quando la cronometro a squadre partita da Lecce arrivò proprio a Brindisi, da dove, il giorno dopo, ripartì alla volta di Bari

20.10.2019 13:22


Brindisi sarà finale di tappa della 103esima edizione del giro d'Italia. La Corsa Rosa arriverà nel capoluogo messapico il 18 maggio 2020, dopo la partenza da Castrovillari. Un vero e proprio evento dato che non accadeva da ben 48 anni. Era il 1971 quando la cronometro a squadre partita da Lecce arrivò proprio a Brindisi, da dove, il giorno dopo, ripartì alla volta di Bari.

Il Giro d’Italia 2020,verrà svelato ufficialmente giovedì prossimo, 24 ottobre, a Milano, ma era già nota la partenza di sabato 9 maggio da Budapest, in Ungheria, dove si disputeranno le tre tappe iniziali: la prima a cronometro di 9,5 km, le altre due pianeggianti per i velocisti. Sarà la quattordicesima volta che la Corsa Rosa prenderà il via dall’estero: l’ultima era stata nel 2018 da Gerusalemme. Si preannuncia un Giro sul modello del Tour 2020 appena presentato, senza tante delle sue salite storiche, ma molto impegnativo con numerose tappe mosse e insidiose, già una salita (l’Etna) nella prima settimana, il tappone alpino finale che potrebbe sconvolgere la classifica e tre cronometro individuali, pur non lunghissime. Dovrebbero prendere il via sia Vincenzo Nibali sia il vincitore dell’edizione 2019, Richard Carapaz, è annunciato il ritorno di Thomas, potrebbero esserci anche Valverde, Kruijswijk, uno dei gemelli Yates, l’astro nascente Pogacar, Lopez, Chaves e Ciccone. Da valutare invece la partecipazione di Fabio Aru, reduce da problemi fisici: il commissario tecnico Cassani lo vorrebbe al Giro anche in vista delle Olimpiadi, ma il sardo guarda con interesse al Tour de France, il che però lo escluderebbe dai Giochi olimpici per l’eccessiva vicinanza tra i due eventi. La grande sorpresa del Giro 2020 potrebbe essere però Peter Sagan, che è cresciuto in Italia ma non ha mai disputato un Giro: e il prossimo sembra davvero adatto alla sue qualità.

Fortitudo Grottaglie: Dopo le soddisfazioni in Benin Edjekpan torna alla base
Diavoli Rossi: Ko per gli Allievi, prezioso successo per i Giovanissimi