TARANTO

Sorrento: Bonanno, 'Quest'anno la Serie D saluterà il Taranto'

L'ex di turno: 'Andremo a Taranto per giocare al calcio'

Alessio Petralla
27.09.2019 15:18

E’ uno dei colpi da novanta del ds Amodio, oltre che essere ex di turno, l’attaccante Tommaso Bonanno che nella passata stagione, con la maglia del Gela aveva firmato ben 21 gol. Quest’anno proverà a ripetersi con il Sorrento prossimo avversario del Taranto che descrive, a Blunote, partendo dalla condizione in casa rossonera: “La vittoria di domenica scorsa con il Fasano è stata importantissima per il morale visto che nelle precedenti tre partite avevamo pareggiato una volta e perso due”.

LE DIFESE: “In questo girone le difese sono toste così come posso già confermare che è un raggruppamento difficile con tanta gente che scende da categorie superiori”.

FORMAZIONE: “Le assenze di alcuni miei compagni influiranno tanto sulla gara. Mancherà Costantino ma spero che almeno Herrera e Figliolia possano essere della gara”.

IL TARANTO: “Quest’anno ha una squadra molto importante che può puntare a vincere. E’ tra le più forti con l’allenatore più forte della categoria al timone: Ragno è un vincente. Penso che quest’anno saluteremo il Taranto…”.

LA GARA: “Sarà impegnativa e tosta ma andremo li per giocare a calcio. Giochiamo sempre per vincere e onorare la maglia. Al di la del risultato cercheremo di affrontarli nel modo giusto”.

LE INSIDIE: “Sono un attaccante è posso confermare che la difesa del Taranto è composta da gente esperta. Conosco Benvenga ma so che tutti hanno vinto e fatto calcio serio. Quella ionica è tra le piazze più importanti. Sono stato quattro anni fa e ricordo l’ambiente”.

IL CAMPIONATO: “E’ il più difficile d’Italia: una vecchia C2 con tanti atleti esperti. E’ quello in cui si spende di più e in cui ci sono atleti che scendono di categoria. E’ composto da piazze storiche come Nocera, Brindisi, Taranto, Andria, Foggia e Sorrento. Ogni match è combattuto”.

Si ringraziano:

Sorrento: Maiuri, 'E' sempre bello tornare allo 'Iacovone''
Torna Casarano-Nardò: il derby salentino tra le Serpi e i Tori