ALTRI SPORT

Atletica: Europei, bronzo per Antonella Palmisano nella 20 km

Redazione
11.08.2018 12:27

Antonella Palmisano conquista la medaglia di bronzo nella 20 km di marcia degli Europei di atletica leggera in corso di svolgimento a Berlino.
La mottolese delle Fiamme Gialle chiude la sua gara in 1h27’30”, primato stagionale. L'oro va alla spagnola Maria Perez con il tempo di 1h26’36, record dei campionati. Argento alla ceca Anezka Drahotova.
La gara era cominciata con un’ora e cinquanta di ritardo a causa di una fuga di gas lungo il percorso, che aveva reso necessari controlli di sicurezza all’ombra della Gedächtniskirche. Grazie alla marciatrice con il fiore tra i capelli, sempre preparato da mamma Maria ma con l'aggiunta del tricolore tedesco accanto al verde-bianco-rosso, il tacco-e-punta femminile torna sul podio continentale a distanza di dodici anni dal bronzo di Elisa Rigaudo a Göteborg 2006. È da applaudire anche il nono posto di Valentina Trapletti con il personale di 1h29:57 che migliora il precedente limite di 1h30:18 dei Mondiali a squadre di Taicang, in maggio. Non arriva a destinazione Eleonora Giorgi, fuori per tre proposte di squalifica quando era già staccata dalle migliori e debilitata dai problemi fisici accusati nella scorsa settimana. 
Il viaggio nella capitale tedesca di Antonella Palmisano si era aperto con gli auguri di tutta la squadra azzurra per i 27 anni compiuti il 6 agosto e finisce con un altro podio, a un anno da Londra, dove era stata la migliore delle europee, e a ventiquattro mesi dal quarto posto dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. Quest'anno ai Mondiali a squadre di Taicang si era dovuta accontentare della diciassettesima piazza. Oggi, invece, la marciatrice sbocciata nell'Atletica Don Milani di Tommaso Gentile ed da alcuni anni allenata da Patrizio Parcesepe firma la seconda prestazione in carriera nella 20km (1h27.30), un tempo superiore soltanto a quello timbrato sul The Mall londinese (1h26:36). Dodici chilometri attaccata alle migliori, un po' di sofferenza per il cambio di passo imposto dalla Drahotova con la Perez, e poi un finale a denti stretti.
LA GARA
Vento a tratti e qualche goccia di pioggia. Trenta marciatrici al via della 20km sulle strade di Berlino, in un tracciato di un chilometro da ripetere per venti volte. Le maglie azzurre si fanno subito notare nelle posizioni di testa del gruppo. La longilinea ceca Drahotova, bronzo europeo di quattro anni fa, inizia a scoprire le carte allungando già al quarto chilometro e passando per prima ai 5km (22:09), con le azzurre in scia: seconda la primatista italiana Eleonora Giorgi con un proposta di squalifica (22:12), stesso tempo per il bronzo mondiale Antonella Palmisano, 22:14 per Valentina Trapletti.
Tentativo di fuga per la lituana Zivile Vaiciukeviciute, 22 anni, sorella di altre due marciatrici. Al passaggio a metà gara (43:59) può contare su un vantaggio di otto secondi sul gruppo delle inseguitrici guidato da Antonella Palmisano (44:07). Stesso tempo per Eleonora Giorgi, gravata da due avvertimenti, più indietro Valentina Trapletti, tredicesima con un passaggio di 44:37.
Cede la ceca Anezka Drahotova e la strada è spianata per la spagnola Maria Perez. Antonella Palmisano stringe i denti e conserva il terzo posto con 29 secondi di vantaggio sulla lituana Brigita Virbalyte-Dimsiene. Ripresa la Vaiciukeviciute, tra il dodicesimo e il tredicesimo chilometro era ripartita al contrattacco la Drahotova e si era formato un gruppo di testa a tre, completato da Palmisano e Perez, quest'ultima con una proposta di squalifica. Fino a quel punto era proprio la ceca la più brillante del trio (1h05:33 ai 15km, Palmisano 1h05:36), prima che la spagnola argento europeo under 23 prendesse la scena dal sedicesimo chilometro facendo selezione e allargando il gap fino al traguardo.

Fonte: Fidal

Virtus Francavilla: Mercato, ingaggiati due gioielli croati
Serie D: Coppa Italia, Taranto-Nardò al primo turno