TARANTO

Taranto: Montella, 'Puntiamo a costruire un centro sportivo...'

Il dg a Blunote: 'A Cava la differenza può farla la freschezza atletica'

Alessio Petralla
16.05.2018 13:05

 

In casa Taranto è tanta la soddisfazione per aver brillantemente espugnato Altamura, come conferma a Blunote il dg Gino Montella: “Stiamo vivendo questa settimana con grande serenità, consapevoli dell’ottimo lavoro svolto da novembre a oggi: abbiamo portato la squadra dall’undicesimo posto al quarto. Adesso non vogliamo fermarci e cercheremo la vittoria anche a Cava de’ Tirreni: poi vedremo ciò che accadrà. Con questa squadra puntiamo a un campionato di vertice ed, eventualmente, se si dovesse aprire uno spiraglio per la Serie C ci faremo trovare pronti”.

RIPESCAGGI: “Quando a gennaio sostenevo che i ripescaggi ci sarebbero stati, qualcuno mi diceva che ero un incapace. Semplicemente m’informo e ho contatti con la Federazione: non ho mai dubitato. Ora c’è anche l’inserimento delle seconde squadre di  A e B, ma le leghe di B e C stanno portando avanti una battaglia durissima. Al di là dell’onore per completare al meglio l’ottimo lavoro del presidenteGiove,  che ci ha messo la faccia, vogliamo vincere per trovarci ben posizionati nella griglia”.

ATTESA: “La vivo serenamente: sono un tesserato del Taranto e sono orgoglioso di far parte della famiglia rossoblù visto che mi ha dato tanto e vivo quotidianamente con i calciatori. Sono contento che si incontri in finale la squadra della mia città, che ha disputato un ottimo campionato: si sfidano le più forti del girone visto che il Potenza è partito da subito in testa fronteggiando i momenti difficili. Noi abbiamo sempre dovuto rincorrere. Sarà una festa di sport”.

CAVESE: “Squadra forte, costruita con intelligenza da Raffaele Sergio con calciatori giusti al posto giusto. La differenza potrebbe farla la freschezza atletica: la Cavese, ultimamente, sembra un po’ giù di tono a differenza dei nostri ragazzi che anche con il caldo corrono tanto. Gara da tripla e che vinca il migliore”.

FINALE: “In una sfida del genere, nessuno bada si dei due risultati su tre. La Cavese sa che mantenendo il pareggio può prendere gol perché il nostro attacco è devastante. Si affronteranno a volto aperto e spero che il match finisca con una vittoria del Taranto, magari anche con un bel risultato. Non ci saranno tatticismi e nessuno attenderà l’altro”.

SETTORE GIOVANILE: “Abbiamo diversi giovani interessanti e qualcuno partirà in ritiro con la prima squadra. L’obiettivo è quello di creare un centro sportivo tutto nostro: è un progetto di larghe vedute, ma il presidente si sta muovendo anche su quello. Speriamo a breve di darvi buone notizie per quanto riguarda l’inizio della costruzione del settore giovanile con le strutture di proprietà del Taranto calcio”.

MASSA DEBITORIA: “Il presidente sta pagando tutto, i tifosi non devono assolutamente preoccuparsi, ma pensare solo al calcio giocato. Quest’anno c’è la certezza che il Taranto si iscriverà regolarmente al campionato: dobbiamo solo aspettare di capire quale sarà la categoria”.

NO FONDO PERDUTO, MA NUOVE STRUTTURE: “E’ inutile programmare ciò che non è certo in questo momento, preferiamo lavorare per far crescere i  lustro giovani. Avremo modi e tempi per approfondire certi discorsi”.

Commenti

[Video] Nardò: Fanuli azzera le cariche e chiede sostegno
Playoff Serie C: Fase nazionale, accoppiamenti 1° turno