ALTRI SPORT

Motori - CIVM, Pezzolla e Savoia vincono a Mirano, paura per Errichetti

15.06.2017 06:06

E’ stato un week end dalle emozioni forti per i portacolori Gretaracing, impegnati lo scorso week end nella quarta tappa del tricolore montagna, la Morano Campotenese.

La compagine del presidente Vito Guarini ha potuto sia gioire per le vittorie con record di alcuni dei suoi piloti, sia vivere attimi di tensione per alcuni incidenti.

Sono state due le vittorie con annesso record che i driver Gretaracing hanno fatto scrivere sull’albo della gara calabrese: Ivan Pezzolla su Osella PA21 JrB di classe E2-SC 1000 e Ciccio Savoia (nella foto) su Mini Cooper S JCW in classe RSTB Plus 1.6T.

Il giovane pilota fasanese, al volante della biposto della casa torinese gestita dal Team Puglia ha dominato ampiamente la classe, conquistando la vittoria e lottando sul filo dei centesimi con vetture di cilindrata superiore. Alla fine il figlio d’arte ha fatto registrare il nuovo record tra gli sport/formula con motore motociclistico, fermando il cronometro sul tempo di 3’04”05 in Gara 1, perdendo la sfida nel trofeo ProtoBike G-Energy con Ferraggina di appena 33 centesimi, dovuti anche ad un problema al cambio in Gara2.

Ennesima vittoria ed immancabile record di gruppo anche per il veloce Francesco Savoia.  

“Super Ciccio” infatti ha dominato a mani basse il gruppo RS Plus demolendo il record precedente di 10 secondi, firmando in Gara 2 il crono di 3’35”89, staccando i diretti avversari di oltre 5 secondi a manche.

In RS 1.6, buona la prestazioni Teo Furleo, sesto di classe nonostante delle noie elettriche alla sua Peugeot 106, mentre Osvaldo Iantorno ha leggermente impattato in Gara1, rovinando la sua Citroen Saxò.

In classe RSTB Antonio Scappa ha ottenuto un secondo posto, ottimo in ottica campionato, lottando in ogni salita con un fastidioso sottosterzo in uscita curva che ha afflitto la sua Mini per tutto il weekend, e recriminando con se stesso per un paio di errori di guida. Al volante della sua blu Mini Cooper JCW, Giulia De Ciantis, al debutto sul veloce tracciato calabrese, ha chiuso al quinto posto di classe RSTB 1.6T conquistando il secondo nel trofeo Dame. Sfortunato l’altro alfiere Gretaracing in RSTB, Gabriele De Matteo, autore in Gara 1 di una toccata con un rail che gli ha compromesso la sospensione anteriore destra.

Ma è in classe N1600 che si sono vissuti attimi di spavento, quando il portacolori Gretaracing Rocco Errichetti ha rovinosamente impattato al “ponticello”, passaggio molto tecnico e veloce: tanti danni alla vettura, rail e muro distrutti e pilota portato in ospedale per gli accertamenti del caso. Per fortuna il veloce pilota lucano non ha riportato danni fisici rilevanti, e già lunedì, mentre concludeva tutti i controlli clinici risultati negativi, aveva dato mandato alla sua officina di fiducia “Marchetto Motorsport” di iniziare l’allestimento di una nuova scocca per essere pronto per la prossima gara.

Nel trofeo riservato alle Scuderie, la Gretaracing Motorsport si è piazzata al settimo posto assoluto, nonostante abbia in classifica solo una vettura sport, su 31 team presenti alla 7° Morano Campotenese.

Il CIVM non si ferma, ed il prossimo impegno per i piloti del presidente Vito Guarini sarà il 23, 24 e 25 giugno ad Ascoli per la Coppa Paolino Teodori, prova valida oltre che per la massima serie italiana anche per il FIA – IHCC.

Commenti

Tiro a volo: Mauro De Filippis trionfa nel Fiocchi Day a Lonato
Tennis - Nottingham Challenger, Fabbiano centra i quarti