ALTRI SPORT

Ippica: Crescenzo Maione firma la doppietta all’ippodromo Paolo VI

Nella riunione di lunedì 14 ottobre, il giovane driver napoletano porta al successo due cavalli allenati da Piero Carazza

Comunicato stampa
15.10.2019 09:05


Il convegno di lunedì 14 ottobre era ricco di partenti e regalava diverse emozioni. Si metteva in mostra Crescenzo Maione, reduce da un congruo numero di vittorie  nelle ultime settimane e, in questa circostanza, autore di una doppietta. Il giovane driver napoletano portava al successo due cavalli allenati da Piero Carazza: Alvaro e Tango Bar. Coast to coast a tempo di record per Alvaro, che andava immediatamente al comando e metteva assieme due giri di pista sul piede dell'1.15.1. Tango Bar, invece, sfilava dopo 400 metri su Tulum e lo respingeva sin sul traguardo, portando a casa la vittoria nella TQQ a media di 1.14.8. 
In apertura, nella corsa per i due anni, Belva Jet con Gaetano Di Nardo prendevano il sopravvento in retta d'arrivo, siglando il tutto in 1.16.9. A seguire, tra i gentlemen, era Enrico Somma ad affermarsi in sulky a Zos Slide Sm, che si fiondava presto davanti a tutti e si rendeva intangibile, migliorando anche il proprio record che diventava 1.13.9. In categoria E, bastava lo spunto più fresco di Uefa Jet per mettere tutti d'accordo. Vincenzo Gallo restava a guardare sino a metà della piegata conclusiva, per piazzare lo speed vincente nei confronti di Siento e Vettel Grif, rifinendo il tutto in 1.14.4. Nella reclamare per gli anziani Special One, affidato a Sergio Bellitti, scattava con veemenza ai 400 finali, sorvolava il gruppo ed in dirittura d'arrivo si allontanava dagli avversari, completando il miglio sul piede dell'1.14.9. Nella reclamare per i quattro anni era tutto semplice per Zeus Boccino, interpretato da Mario Minopoli Jr, che risaliva gradualmente al largo, passava ai 400 finali e si manteneva fuori dalla portata di Zanzibar Font, concludendo da 1.15.1.

Serie D: Girone H, la formazione Top della 7a Giornata
Musica: La nuova stagione del teatro Fusco di Taranto parte il 1° novembre con un fuori abbonamento