FUTSAL

Futsal B/M: New Taranto, quando la passione è... donna

Alina Preda, vicepresidente, parla alla vigili della sfida di Coppa con l’Ostuni: ‘Sogno di portare questa squadra il più in alto possibile’

Comunicato stampa
27.09.2019 10:08

Alina Preda

Taranto nel cuore, con l'obiettivo di portarla verso palcoscenici sportivi ancora più importanti. Alina Preda, vicepresidente della New Taranto Calcio a 5 e moglie del presidente onorario Salvatore Brittannico, ha il sangue rossoblu che le scorre nelle vene: "Pur non essendo nata qui (Alina è nata in Romania, ndr) il mio sogno è portare, insieme alla mia famiglia, questi colori più in alto possibile. Ormai mi sento una tarantina doc. Anno dopo anno stiamo cercando di migliorarci - continua la vicepresidente - e non è un caso che in pochissimi anni ci sia riuscita la scalata dalla C2 alla B. Per questa stagione abbiamo allestito un roster più che competitivo, pertanto invito tutti ad assistere ai nostri incontri casalinghi al PalaCurtivecchi di Montemesola, promettendovi che le sorprese di questa bellissima realtà non finiscono qui". Infine, sul meraviglioso rapporto con il presidente Brittannico: "Se marito e moglie vanno a braccetto nella vita, perché non possono farlo nello sport? Questa è una passione che ci accomuna: Salvatore mi ha insegnato ad amare questa città". E' quasi tutto pronto, intanto, per il secondo appuntamento ufficiale stagionale per la New Taranto Calcio a 5 che, sabato 28 settembre alle 16, ospita  l'Olympique Ostuni nella gara 2 del raggruppamento 7 di Coppa Italia. Nella prima gara, Bernalda ha espugnato il campo dei salentini per 3-5. I rossoblu saranno quasi al completo: unico assente Lacatena, squalificato. Il costo per assistere alla gara del PalaCurtivecchi è di 3 euro, anche se la società ha già messo a disposizione dei propri tifosi la tessera "passione rossoblu" che, a soli 10 euro, consente di avere ingresso a tutte le gare casalinghe della stagione.

Serie A: Insulti razziali, la Roma daspa a vita un suo tifoso
Junior Taranto: Caputo, 'Qui si lavora nel modo giusto'