Serie C

Reggina: Patron Gallo, ‘La Virtus Francavilla mi ha fatto un’ottima impressione’

“Squadra quadrata, i miei complimenti. Per quanto riguarda noi, ce ne andiamo in ritiro per preparare meglio la sfida col Bari’

23.01.2020 00:32

Luca Gallo, patron della Reggina - Foto Il Fatto di Calabria
Dopo il ko casalingo della Reggina, interviene solo il patron Gallo. Le sue dichiarazioni riportate da Tuttoreggina.com:  "L'allenamento di domani lo abbiamo spostato al pomeriggio, da domani inizia una sorta di ritiro, non punitivo. Si é deciso tutti assieme di stare assieme, raccogliere le idee, fisiche e nervose. É un modo per stringersi intorno e stare assieme, ci sarò anche io. Per questo stasera parlerò solo io, l'allenatore ha preferito stare in silenzio, fare una bella dormita. Tra primo e secondo tempo c'è stata una netta differenza. Tocca allo staff tecnico risolvere questo tipo di cose. In uno sport come il calcio, c'è un'avversaria che magari può essere piú forte di te. Il Francavilla mi ha fatto un'ottima impressione, squadra molto quadrata, ripartiva bene, faccio i complimenti al Francavilla, gran bella squadra. I ragazzi nuovi non hanno creato alcun scompiglio, é piacevole davvero stare con questi nostri calciatori. I nuovi si sono inseriti subito, sono stati accolti bene con il gruppo. Sono convinto che i tifosi della Reggina che stanno guardando questa conferenza hanno capito di cosa si tratta questo "ritiro". Non mi piace chiamarlo ritiro. In un momento di difficoltà in una famiglia si sta tutti assieme, non si esce, si cena insieme. La partita con il Bari é di un fascino strepitoso, ogni società di calcio vorrebbe vivere una partita come quella, se consideriamo da dove siamo partiti. Una partita cosí sentita, Reggio vivrà un momento emozionante a livelli sportivo, accoglieremo il Bari che é la favorita del girone e cercheremo di dare il nostro meglio. A prescindere dal fatto che verrà il Bari, questo momento é il momento in cui riunirsi, parlare, anche discutere e litigare, ma é a prescindere dalla sfida con il Bari. Non vedo un momento di difficoltà, se si pensava che il campionato fosse finito, stasera é la riprova che nulla era finito. Da presidente-tifoso che non comprende alcune cose a livello tecnico, io vi dico che già alla quinta giornata pensavo alla serie B, perché appunto io sono tifoso, perché comunque penso che la Reggina é la squadra piú forte del campionato. É un momento in cui c'è un passaggio a vuoto, si può sbagliare, la squadra é fatta da esseri umani. Nulla è perduto, domenica c'è questa partita, io starò a vedere la Reggina, a soffrire per la Reggina. Io starò qui, nel mio piccolo starò qui. La squadra, il tecnico e tutta la Reggina ha deciso di stare assieme e compattarsi. La decisione é di tutto il gruppo, lo hanno scelto in maniera spontanea. Il Sant'Agata non é Alcatraz, ci sono i climatizzatori, le TV in ogni stanza, i bagni, c'è la mensa. Si sta molto bene al Centro Sportivo. I ragazzi si allenano benissimo, mi hanno detto che raramente si vede un gruppo cosí volitivo, che si impegna. Non avevamo alcun sentire di questa sconfitta. Semplicemente c'è stata una squadra piú forte di noi, complimenti a loro. Ogni partita é a sé. A Bisceglie si è vinto in quel modo, l'importante era vincere. Ma non c'è nulla di drammatico, la sconfitta ci può stare. Se si pensava che il campionato fosse già finito, chiaro che gli addetti ai lavori sapevano che non era il campionato già deciso. Ora spero di dormire e domani di stare con i calciatori e vederli allenatore. Mi aspetto molto dalla stampa reggina, che possa sostenere la squadra in questi giorni".

Teatro: Poltronissima 2020, ancora un musical con ‘Una notte a Broadway’
Il calcio in una foto