FUTSAL

Futsal B/M: Bernalda, pari insperato sul suono della sirena

La squadra di Volpini fatica con la Futsal Parete conservando la vetta della classifica

Comunicato stampa
15.02.2020 18:43


Il Bernalda Futsal agguanta un pari insperato al PalaCampagna sul suono della sirena e conserva la vetta della classifica del girone. Non è stato facile per gli uomini di Volpini in una gara sconsigliata ai deboli di cuore e sempre in salita nel risultato. Onore al Parete, formazione pratica e cinica, ma la sconfitta per i bernaldesi alla luce di quanto visto nell’arco del match sarebbe stata immeritata. I rossoblu  hanno scontato le assenze  per squalifica di Gallitelli e Caetano, sulla prestazione generale dei lucani il peso di tre gare in sette giorni con una rosa rimaneggiata. A segno per il Bernalda: Cao Pelentir, al suo ritorno al PalaCampagna, e poi nella ripresa negli ultimi istanti di gara Bocca e Fusco per agguantare il pareggio con il risultato finale di 3-3. 

Cronaca. Il Berrnalda si presenta con il seguente quintetto: Boschiggia, Fusco, Bocca, Bidinotti, Murò. Risponde il Futsal Parete: Costigliola, Stigliano, Natale ,Siqueira, Peixoto. Primi minuti di studio tra le due squadre: al 3’ Bocca dalla media distanza impegna il portiere dei campani Costigliola. Risponde il Parete con Frosolone: Boschiggia. Pochi istanti più tardi gli ospiti al culmine di una ripartenza Natale si trova a colpire indisturbato sul secondo palo per lo 0-1. Pronta la reazione bernaldese che agguanta subito il pari: Cao Pelentir si libera al tiro e di punta supera Costigliola. Il Bernalda insiste: diagonale dalla distanza di Bocca, Costigliola devia in tuffo. Il Parete non è da meno con Natale che chiama alla deviazione con i piedi Boschiggia. Il Bernalda vicina al raddoppio: conclusione ravvicinata di Murò, Costigliola è strepitoso. Il Parete è pericoloso dalla distanza con Guido: Boschiggia si oppone. I padroni di casa ci provano dalla distanza con Bocca e Fusco ma Costigliola è attento. Il Parete ci prova con Peixoto : Boschiggia respinge. Anche il dirimpettaio Costigliola, pochi istanti più tardi, viene chiamato alla respinta da Bidinotti. Il primo tempo finisce in parità. 

Nella ripresa il Bernalda subito pericoloso: bordata di Bocca dalla distanza con la palla che si stampa sulla traversa. I lucani insidiosi: Cao Pelentir scarica a Bocca, il suo destro viene deviato in corner da un avversario. Il Parete non sta a guardare: il diagonale di Natale viene deviato in angolo da Boschiggia. Al 7’ il Parete ritorna in vantaggio: ripartenza fulminea capitalizzata ancora una volta da Natale per 1-2. I campani ancora pericolosi in ripartenza: Boschiggia mura con il corpo Frosolone. Il Bernalda tenta spesso dalla distanza ma Costigliola è strepitoso in un paio di occasioni; quando non ci arriva l’estremo campano sono i compagni di squadra a salvare la porta del Parete. Con il Bernalda sbilanciato in avanti con Boschiggia nella posizione di quinto di movimento, il Parete realizza il gol con Siqueira da distanza siderale per 1-3. I campani sfiorano la rete con Guido ma Boschiggia salva. A 27” dalla fine la riapre una staffilata di Bocca e a 14” dal suono della sirena la sassata di Fusco fa esplodere il PalaCampagna. Finisce 3-3 e i tifosi rossoblu tirano un sospiro di sollievo per la debacle evitata quasi sulla sirena. 

BERNALDA-PARETE 3-3

RETI: 5’ p.t. Natale (P); 6’ p.t. Cao Pelentir (B), 7’ s.t. Natale (P), 17’ s.t. Siqueira (P), 19’ s.t. Bocca (B), 20’ s.t. Fusco (B)

BERNALDA FUTSAL: 31 Boschiggia3 Bidinotti, 6 Quinto, 7 Bocca, 8 Murò, 9 Laurenzana,  11 Grossi, 12 D’Amelio,13 Cao Gilmar Pelentir, 14 Lemma, 15 Plati, 22 Fusco Davide. All. Volpini.

FUTSAL PARETE: 1 Costigliola, 2 Fusco Amedeo, 7 Barone, 9 Stigliano, 10 Siqueira, 11 Frosolone, 17 Natale, 22 Guido, 24 Fioretti, 25 Picone, 29 Russo, 98 Peixoto. All. Mangiacapra.

Arbitri: 1^ Metrangolo di Pescara, 2^ Costrino di Termoli, cronometrista Campanella di Venosa

Ammoniti: Cao Pelentir (B), Guido (P).

Serie B: Un ex Hellas Taranto debutta tra i prof con il Benevento
Morte Loris Azzaro: Gli arbitri di tutte le categorie con il lutto al braccio