Cultura, musica e spettacolo

Eventi: Al via in Puglia la ‘Settimana nazionale della Protezione Civile’

Il Soccorso Alpino e Speleologico incontra gli studenti pugliesi: 12-19 ottobre 2019

Comunicato stampa
12.10.2019 00:04


Il Servizio Regionale Puglia del Soccorso Alpino e Speleologico e la Regione Puglia - Sezione Protezione Civile, nell’ambito delle iniziative di diffusione della conoscenza e della cultura della prevenzione, anche nello svolgimento delle attività alpinistiche, speleologiche, escursionistiche e inerenti la frequentazione degli ambienti ostili e impervi, organizzeranno numerosi incontri informativi e formativi con gli studenti di diverse scuole presenti su tutto il territorio regionale pugliese al fine di: 
• rendere nota la Struttura Operativa regionale del Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas Puglia);
• illustrare le buone pratiche in materia di escursionismo ed attività in natura, sottolineando l’importanza di una cultura della prevenzione ed incentivando la conoscenza e la percezione del rischio che, come è noto, non può essere azzerato;
• esporre le modalità di attivazione dei soccorsi in caso di necessità. 
Gli incontri rientrano a pieno titolo nella Campagna di Protezione Civile “Io non rischio”, attivata ormai da anni su tutto il territorio nazionale. “Io non rischio” è una campagna di comunicazione nazionale sulle cosiddette “buone pratiche” di protezione civile. L’Italia è un Paese esposto a molti rischi naturali e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del territorio e dei comportamenti e delle azioni da mettere in atto o da evitare, per minimizzarne l’impatto su persone e cose e contenerne le possibili conseguenze. La “Settimana della Protezione civile” è stata istituita il 1° aprile di quest’anno da una Direttiva firmata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: 7 giorni in cui i cittadini italiani e quindi anche i futuri cittadini in erba hanno l’occasione di entrare in contatto con le donne e gli uomini del Servizio Nazionale della Protezione Civile, un sistema integrato unico al mondo, che opera 24 ore al giorno per la prevenzione e la protezione dai rischi, con il quale il Cnsas, in quanto struttura autonoma di P.C., è chiamato a collaborare in occasione di grandi eventi e di catastrofi naturali.

Le scuole coinvolte sono le seguenti:
1. 16/10 Istituto Comprensivo Chiarelli- Martina Franca (TA)
2. Istituto LICEO FEDERICO II DI SVEVIA - Altamura (BA) 
3. Istituto Comprensivo Statale - Uggiano La Chiesa (LE)
4. 9/11 S.S.1 G. "ROCCA-BOVIO-PALUMBO" Trani (BAT)
5. 16/10 ITIS E. Amaldi – Statte (TA)
6. 24/10 Istituto E. VANONI - Nardò (LE)
7. 16/10 Istituto Comprensivo Maria immacolata -San Giovanni Rotondo (FG)
8. Istituto Comprensivo San Giovanni Bosco - De Carolis -San Marco in Lamis (FG) 
9. 23/10 ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI XXIII” - Martina Franca (TA)
10. Istituto Comprensivo Don Bosco – Grottaglie (TA))
11. 30/11 S.S.1 G. "ROCCA-BOVIO-PALUMBO" Trani (BAT)
12. Istituto LICEO Statale“CAGNAZZI” - Altamura (BA) 
13. ITIS Amaldi Massafra (TA)
14. Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "P. Giannone"-San Marco in Lamis (FG) 
15. 19/10 Piazza Aldo Moro - BARLETTA (BAT)

Fasano: Laterza mette in guardia, ‘Il Francavilla vale più della classifica che occupa’
Manovra: Il vice ministro Castelli, ‘Nessuna tassa su sim ricaricabili’