Musica e spettacolo

Giuseppe Panarelli e il "suo" Claudio Baglioni al "Premio Lello Orzella"

Alessio Petralla
19.06.2017 13:06

Manca, davvero, poco alla quarta edizione del “Premio Lello Orzella” che quest’anno si comporrà di due splendide serate: la prima calcistica e la seconda canora. Per quanto riguarda l’ultima, appunto, oltre agli otto bravi artisti locali, ci saranno degli ospiti importanti e una giuria composta da veterani della scena tarantina, tra cui Giuseppe Panarelli, noto per la sua cover band di Claudio Baglioni (Con voi), che commenta così, partendo dalla figura di Lello Orzella: “Lello è la persona che mi lanciò in tv: grazie a lui ho potuto calcare i primi palchi. Quando avevo diciassette-diciotto anni mi invitava spesso alla sua trasmissione “Polifemo” cercando di darmi più visibilità. Poi ho partecipato, anche, ad altri suoi eventi come Miss teenager”.

ASPETTATIVE: “Sono sicuro che i ragazzi, per l’occasione, ci metteranno tutto l’impegno possibile cercando di omaggiare Lello al meglio. Spero che questa manifestazione possa proseguire negli anni”.

L’ORGANIZZAZIONE: “Onestamente, non mi sono, ancora, addentrato al meglio per il tour che sto tenendo con la mia band. Nico Mondino mi ha chiesto di far parte della giuria e per questo sono onorato. L’anno scorso ero, comunque, allo stadio a cercare talenti. Appena sarò totalmente disponibile cercherò di coinvolgere altri amici e musicisti”.

CLAUDIO BAGLIONI: “Questa passione nasce nel 1996 quando ascoltavo Baglioni grazie alla mia famiglia. Così iniziai a canticchiare i suoi brani e molti, tra cui proprio Lello, mi fecero notare una vicinanza di timbro con il noto cantante italiano. Dal 2010, poi, vado in giro con la cover band di Claudio Baglioni, “Con voi” che è riconosciuta dallo stesso artista romano. Addirittura un suo musicista, Danilo Minotti, ha suonato con noi e prima della serata ricevette un messaggio da Baglioni che ci augurava l’in bocca al lupo”.

Commenti

Serie C: Bisceglie, Nunzio Zavettieri nuovo allenatore
Tennis - Ranking Wta, Roberta Vinci scende di un gradino