CRONACA

Taranto: Non si ferma all’alt, arrestato dopo 60 km di inseguimento

Comunicato stampa
04.12.2019 14:22


Nella tarda serata di martedì 3 dicembre, i Carabinieri della sezione Radiomobile di Taranto, coadiuvati da personale della Stazione di Ginosa, hanno arrestato per il reato di “resistenza a pubblico ufficiale” un 23enne incensurato della provincia di Potenza resosi autore, unitamente a un complice, di un rocambolesco e spericolato inseguimento. I militari, durante un servizio di controllo del territorio nell’area della Città vecchia di Taranto, hanno intimato l’”ALT” a un’AUDI A4 Station Wagon di colore scuro, ma il conducente ignorava l’ordine e aumentava la sua andatura al fine di eludere il controllo. Iniziava quindi un inseguimento che si sviluppava lungo le strade del quartiere Tamburi e della zona Nord della città, dove una seconda pattuglia del Radiomobile si univa alla caccia a sirene spiegate. La vettura in fuga attraverso manovre ad altissimo rischio, ma sempre tallonata dagli equipaggi dei Carabinieri, imboccava la SS106 Jonica e la percorreva a folle velocità, ma giunta all’altezza del bivio per Ginosa era costretta a fermarsi a causa di un posto di blocco messo in opera dai militari della locale Stazione. I due occupanti tentavano una fuga a piedi, ma ogni tentativo risultava vano a causa dell’immediato intervento dei Carabinieri che prontamente li bloccavano. I due uomini venivano quindi portati in caserma e, al termine delle formalità di rito, si procedeva all’arresto del conducente ed alla denuncia a piede libero del passeggero.

Taekwondo: Il Maestro Isacco Simeone è Cintura Nera Settimo Dan
Teatro: Nel castello di Barbablù, versione coinvolgente della fiaba di Perrault al TaTÀ di Taranto