Calcio Varie

FL Tornei: Cala il sipario sul 3° torneo nazionale Mar Jonio

Epilogo da applausi tra numeri strepitosi e progetti per il futuro Domenica 10 giugno si è tenuta la cerimonia di premiazione delle squadre vincitrici e dei migliori calciatori

Comunicato stampa
14.06.2018 11:06

Un epilogo da applausi. Cala il sipario sulla terza edizione del Torneo Nazionale del Mar Jonio, al cospetto di un anfiteatro, quello incastonato nel Villaggio Giardini d’Oriente ubicato a Nova Siri, colmo di giovani calciatori entusiasti, allenatori orgogliosi e famiglie al seguito soddisfatte per l’esperienza condivisa. Una quaterna di giornate calendarizzate da appuntamenti indimenticabili, consegnati con fierezza agli archivi della manifestazione, già qualificata come massima espressione del confronto calcistico giovanile del Meridione (cinque le regioni che vi hanno partecipato: Basilicata terra ospitante, Puglia, Campania, Calabria, Sicilia), la cui eco di importanza è stata accolta con interesse e curiosità anche dall’altra porzione del Paese. Cerimonie di presentazione e tante gare distribuite nel segmento cronologico compreso dal 7 al 10 giugno: nove categorie composte da protagonisti nativi dal 2001 al 2012, appannaggio di ben 199 squadre, esibitesi grazie all’intercessione di settanta società dilettantistiche iscritte. Storie di campo intervallate dalle emozioni del palcoscenico, il quale ha avuto nella conduttrice e giornalista Jolanda De Rienzo (SportItalia), nell’ex attaccante Enrico Chiesa (responsabile del settore giovanile presso il Centro Federale di Firenze) e nel cabarettista Gabri Gabra (alias Daniele Ronchetti, direttamente dalla trasmissione “Colorado”) il suo tridente di prestigio. Nella giornata di domenica 10 giugno, però, gli autentici artefici dello spettacolo sono stati esclusivamente i calciatori. Corollario delle finali disputate durante la mattinata è stata la celebrazione delle squadre trionfatrici, con tanto di esposizione di coppe, trofei e medaglie sul lungo tavolo allestito al centro del proscenio. A condurre la kermesse conclusiva del Torneo è stato il giornalista ionico Matteo Schinaia, direttore responsabile dell’agenzia online “Tutto Sport Taranto” (sulla cui pagina di Facebook sono disponibili video e fotografie dell’intero evento, ndr). Un dialogo costante e spensierato con le giovani leve calcistiche, le quali non hanno nascosto le proprie ambiziose identità: dall’esultanza istrionica dopo una rete segnata, alla dimensione ludica e genuina preservata sul rettangolo verde, alle icone di agonismo ed amicizia, trepidazione e catarsi gioiosa. Il bacio sulla medaglia infilata al collo, le mani ad accarezzare i simboli dei guantoni del portiere e della scarpa bullonata, la sinergia esaltante del gruppo che solleva al cielo la coppa conquistata, complice preparazione, bravura, talento, abnegazione ed un immancabile pizzico di fortuna. Sono queste le immagini che si sono susseguite nel corso della premiazione, con tanto di colonna sonora tipica “da stadio”, musiche e colori di un fenomeno destinato a rinnovarsi: “Tantissima soddisfazione! –ha esordito sul palco Francesco Lemma, direttore tecnico della F.L. Tornei- E’ stato un bel torneo, che ha raccolto moltissimi consensi: l’ho percepito quando le società, dalle ore 12.00, sono arrivate una ad una a salutarci, a ringraziarci per l’ospitalità e per l’esperienza vissuta. Ovviamente una macchina organizzativa così grossa non può essere perfetta, possono emergere lacune, c’è sempre da migliorare: questo è il punto di partenza perperfezionare in vista delle edizioni successive”. “Un’occasione di crescita che, secondo il mio parere, è stata sancita sotto il profilo della comunicazione e delle cerimonie di presentazione e di chiusura- ha sottolineato l’ideatore dell’evento ionico- Per quanto riguarda il campo, l’errore tecnico ci può stare: ce l’abbiamo messa tutta, abbiamo chiamato una squadra di circa trenta arbitri, un personale addetto alle singole società composto da  circa dieci unità, oltre venti commissari di campo. Abbiamo messo in moto un esercito proprio per fare in modo di ridurre al minimo il margine di imperfezione. Spero vi siate divertiti: grazie per aver scelto il nostro Torneo, vi diamo appuntamento alle prossime edizioni!”. In perfetta sintonia anche Cosimo Lemma, fratello di Francesco e responsabile dell’A.P.S. “LiberaLaMente”: “Sono stati tutti fantastici, dal primo al partecipante numero 4.000 che è intervenuto a questo torneo. Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo Staff per l’attività svolta, si è rivelato una compagine straordinaria”. “Spero che la nostra opera sia stata apprezzata- ha specificato il co-organizzatore- Il cosiddetto “lavoro oscuro”, dietro le quinte, è stato fondamentale: dall’ufficio stampa alla segreteria, dall’amministrazione a coloro che hanno curato il sito, le grafiche e la fotografia, senza dimenticare gli artefici della splendida premiazione finale. Il Torneo Nazionale Mar Jonio siamo tutti noi, siete tutti voi. Si è una squadra quando a salire sul gradino più alto del podio siamo tutti: complimenti!”. Promotore del progettoin terra lucana è stato l’Ingegner Antonello De Santis, presidente di “Italia Jonica”, rete interregionale di imprese turistiche a Policoro: “Ho conosciuto Francesco Lemma l’anno scorso a Taranto, mi illustrò il format sportivo, così cominciammo a discutere circa la possibilità di ospitarlo nelle strutture inserite in “Rete Italia Jonica- ha spiegato- Con Mimmo Lemma ci siamo coordinati, ottenendo grandi risultati: in occasioni di precedenti manifestazioni, le presenze si collocavano sulle 2.000-2.500. Il bilancio è estremamente positivo: per me lo sport resta uno dei pochi baluardi per la costruzione di una comunità civile”. “Nell’ambito del calcio giovanile, imporre le regole e far si che esse vengano rispettate, oltre al fatto che lo sport abbatte qualsiasi barriera, sociale e geografica, con la qualità dell’individuo ad emergere e non la sua origine, è un aspetto estremamente educativo-ha commentato l’Ingegner De Santis- Per noi è sì una questione di business, ma soprattutto di partecipazione e concorso alla creazione di una nuova generazione, che nello sport deve rintracciare un elemento fondante per lo sviluppo di una società che si rispetti”. Un plauso anche al coinvolgimento proficuo da parte delle amministrazioni lucane: “Nei confronti di manifestazioni di spessore, le Istituzioni locali stanno vantando oggi una maturità notevole, perché cominciano a lavorare in termini di “squadra”: sono annullati sia il campanilismo che la divisa- ha assicurato il presidente del consorzio- Avere sindaci che collaborano, a prescindere dalla loro posizione politica e dagli interessi inerenti le comunità di pertinenza, al fine di realizzare un’immagine turistica e culturale complessiva, qualificano un atteggiamento di grande crescita mai riscontrato negli anni precedenti”. Partite di calcio itineranti sulla costa ionica ed accoglienza peculiare nei villaggi e nei resortannessi: “Penso che la proposta delle nostre strutture per le successive edizioni del Torneo del Mar Jonio sarà valutata: ospitare eventi simili è un dato positivo, anche per promuovere e mettere in evidenza un territorio che è stato spesso marginale rispetto a determinate logiche di sviluppo- è l’opinione del dottor De Santis- Dodici le strutture interessate inglobate nel nostro consorzio: ognuna può accogliere un minimo di 600-700 persone. La distribuzione delle partite ha coinvolto i campi di più Comuni: Nova Siri, Scanzano, Montalbano, Policoro, Tursi, Bernalda”. Di rito l’omaggio ai demiurghi dell’intero evento: “Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato: mi auguro che si congedino con un’esperienza positiva nel cuore- ha chiosato il presidente De Santis- A Mimmo e Francesco in modo particolare perché, con la loro semplicità, hanno sfoderato abilità non indifferenti; allo staff della comunicazione, agli operatori turistici, alle amministrazioni comunali che hanno creduto nell’iniziativa, facendo in modo che la stessa potesse avere successo. Un numero così elevato di ospiti può innescare qualche problema, ma in tal caso mi sento in dovere di ringraziarli, perché si sono comportanti in maniera eccellente”. 

 

Di seguito, l’ELENCO delle squadre vincitrici e dei giocatori premiati.

 

CATEGORIA ALLIEVI 2001-2002 – CALCIO A 11

1° posto  CASERTA ACADEMY

2° posto: POLISPORTIVA BELLAVISTA BITONTO

Miglior portiere: GIUSEPPE BOTTONE (CASERTA ACADEMY)

Miglio calciatore: DAVIDE BELLAVISTA (POLISPORTIVA BELLAVISTA)

 

CATEGORIA GIOVANISSIMI 2003-2004 – CALCIO A 11

1° posto: SPORTIME SAN MARCO ARGENTANO

2° posto: REAL METAPONTINO

Miglior portiere: MATTEO TOTO (SPORTIME SAN MARCO ARGENTANO)

Miglior calciatore: VINCENZO ROSILLI (REAL METAPONTINO)

 

CATEGORIA ESORDIENTI ETA’ MISTA 2005-2006   - CALCIO A 9

1° posto: CASERTA ACADEMY

2° posto: MACERATA CAMPANIA ACADEMY

Miglior portiere. GAETANO NATALE (MACERATA CAMPANIA)

Miglior calciatore: MARCO SANZARI (CASERTA ACADEMY)

 

CATEGORIA ESORDIENTI PRIMO ANNO 2006  - CALCIO A 8

1° posto: JUVE SAN PRISCO

2° posto: ACCADEMIA CALCIO SAN VITO

Miglior portiere: ANTONIO DI SERLO (ACCADEMIA CALCIO SAN VITO)

Miglior calciatore: GIOVANNI IANNOTTA (JUVE SAN PRISCO)

 

CATEGORIA PULCINI ETA’ MISTA 2007-2008  - CALCIO A 7

1° posto: ESPERIA MONOPOLI

2° posto: EUROSPORT ACADEMY BRINDISI

Miglior portiere: DIEGO CAROLI (EUROSPORT ACADEMY BRINDISI)

Miglior calciatore: AUGUSTO PECERE (ESPERIA MONOPOLI)

 

CATEGORIA PULCINI PRIMO ANNO 2008  -  CALCIO A 7

1° posto: JUVE SAN PRISCO

2° posto: LING SCAFATI

Miglior portiere: GIUSEPPE LAMONICA (JUVE SAN PRISCO)

Miglior calciatore: RAFFAELE MELLIO (LING SCAFATI)

 

CATEGORIA PRIMI CALCI 2009-2010  -  CALCIO A 5+1

1° posto: EUROSPORT ACADEMY BRINDISI

2° posto: NITOR BRINDISI

Miglior portiere: ANDREA FONTANAROSA (NITOR BRINDISI)

Miglior calciatore: SIMONE CALO’(EUROSPORT ACADEMY BRINDISI)

 

CATEGORIA PRIMI CALCI 2010-2011  -  CALCIO A 5+1

1° posto: NUOVA TARAS

2° posto: OLIMPIADI BISCEGLIE

Miglior portiere: NICOLAS MISINO (OLIMPIADI BISCEGLIE)

Miglior calciatore: MORIS FANIZZA (NUOVA TARAS)

 

CATEGORIA PICCOLI AMICI  2011-2012  -  CALCIO A 5+1

1° posto: LEVANTE AZZURRO BARI

2° posto: PADRE MINOZZI

3° posto: GREEN PARK BERNALDA

Miglior portiere: D’ANGELO (PADRE MINOZZI)

Miglior calciatore: MATTIA PICA (LEVANTE AZZURRO BARI)

Commenti

Futsal: Approda a Taranto la Gazzetta Dream Cup
Calcio: Rappresentativa Ordine Ingegneri nelle mani di Vitale