CRONACA

Confcommercio Taranto: ‘Formazione per combattere crisi e far crescere imprese’

Comunicato stampa
28.07.2020 17:48


Le varie crisi economiche che si sono alternate negli anni duemila, e ora la pandemia Covid 19, hanno dimostrato che l’emergenza si è trasformata in una crisi del mercato del lavoro. Il virus ha messo in discussione la quantità e la qualità del lavoro. Il lavoro autonomo, un’alternativa per la sopravvivenza e il mantenimento del reddito, che solitamente nelle crisi tende a crescere, in questa situazione di limitazione alla circolazione delle merci e persone ne è risultato pesantemente condizionato. La perdita di reddito da lavoro sta determinando un minore consumo di beni e servizi a discapito della capacità di ripresa economica, e perciò il pericolo di una prolungata recessione economica. Ovviamente la risposta a tale situazione deve essere in larga parte politica. Tutelata la salute è necessario introdurre misure che tutelino il lavoro, che offrano sostegno all’occupazione e al reddito e che stimolino l’economia per attutire gli effetti diretti ed indiretti  della perdita di reddito su imprese e lavoratori. La formazione, assieme alle misure di sostegno al reddito, è uno degli strumenti da utilizzare per combattere la crisi. Formazione  a tutti i livelli, purché si punti sulla qualità e sul miglioramento delle performance aziendali per l’impresa, per il lavoratore, per l’economia dei territori. Come Confcommercio provinciale anche durante il lockdown, attraverso la struttura tecnica di Confcommercio ‘Sistema Impresa’ si è continuato a seguire le imprese, e non solo quelle associate, attraverso webinar e formazione a distanza su tutti i processi di ripresa dell’attività aziendale in relazione alle prescrizioni di sicurezza e igiene collegati alle normative vigenti, e laddove possibile si è continuata la attività di formazione professionale rivolta ai giovani attraverso Garanzia Giovani, la formazione abilitate (rivolta a coloro che devono affrontare specifiche attività) e naturalmente quella continua e obbligatoria finanziata mediante i fondi degli enti bilaterali e interprofessionali, finalizzata al rafforzamento delle competenze dei lavoratori (web marketing, lingue straniere, comunicazione personale, etc.) e degli obblighi di legge (privacy, igien, sicurezza). Si è completato il primo ciclo di seminari sull’avvio di impresa e cioè percorsi di accompagnamento alla creazione di start up promosse da giovani under 30, finanziati mediante la misura ‘Yes I Start Up’ promossa da Ampal di accompagnamento all’avvio di impresa. In queste ultime settimane prima della pausa estiva, sta lavorando per la ripresa d’autunno, con l’obiettivo di mettere a punto un’offerta formativa ricca di opportunità e di risposte per le aziende, per i lavoratori dipendenti e quelli autonomi. "Tutte le aziende hanno un obiettivo fondamentale che è  crescere. Le organizzazioni che non investono nello sviluppo del personale – commenta Leonardo Giangrande, presidente prov. di Confcommerco - sono spesso caratterizzate da un elevato turnover e dall’incapacità di restare al passo dei competitor più innovativi. Con lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze di ogni singolo individuo, l’ambiente di lavoro cambia in meglio. Lo vediamo anche nel settore del commercio o del turismo, dove dipendenti motivati e formati fanno davvero la differenza e rappresentano il valore aggiunto dell’impresa. Confcommercio Taranto da qualche tempo ha avviato un percorso di potenziamento della Struttura formativa e dell’area servizi alle imprese, poiché siamo convinti che il rafforzamento delle competenze dei lavoratori sia un asset irrinunciabile. La nostra risposta ai bisogni formativi delle imprese va alla formazione continua che eroghiamo anche gratuitamente attraverso i fondi della bilateralità, alla preparazione delle nuove figure professionali affinché abbiano competenze specifiche nel settore  che le accoglie, e che eroghiamo attraverso fondi pubblici. Non da meno riteniamo che la formazione sia lo strumento per far crescere l’intero tessuto economico e sociale del territorio sul quale operano le imprese, il vantaggio competitivo dei territori non può prescindere dalle risorse umane e dall’innovazione dei processi aziendali".

Confcommercio: Rinnovo Fimaa nazionale, Puglia con ben 3 consiglieri
PromPuglia – Avetrana: preso un mediano ex Manduria