Calcio Varie

Premier League: L'invito di un bambino a Jurgen Klopp, ‘Fai perdere il Liverpool’

Il giovanissimo tifoso del Manchester United Daragh Curley, 10 anni, ha scritto una lettera al tecnico della capolista

21.02.2020 18:39


Venticinque vittorie e un pareggio che vogliono dire imbattibilità in campionato, miglior difesa e secondo miglior attacco della Premier League: statistiche e numeri che permettono di comprendere nel migliore dei modi lo strapotere che il Liverpool sta dimostrando in questa stagione in terra inglese. Gli errori commessi fin qui sono stati davvero pochi, le sbavature quasi assenti con gli altri top club d’Oltremanica che non possono che restare a guardare il capolavoro che i Reds stanno costruendo intorno a sè. Ma tra l’impotenza generale, ci ha pensato un ragazzino di 10 anni a provare a fermare la cavalcata del Liverpool dei record, non attraverso il calcio giocato ma con una simpatica lettera indirizzata all’allenatore dei Reds Jurgen Klopp. Si tratta di Daragh Curley, 10 anni e come suo padre tifoso del Manchester United, attualmente in settima posizione distante ben 38 punti dalla capolista. Il messaggio del giovanissimo Daregh è molto chiaro:

" Il Liverpool sta vincendo troppe partite (...), quindi la prossima volta potresti farlo perdere. Basta solo far segnare la squadra avversaria."

La risposta di Klopp Un messaggio che non è passato inosservato all’allenatore tedesco che prontamente ha voluto rispondere al giovane tifoso rivale dimostrando tutta la sua umanità e, soprattutto, la sua grande passione per il calcio. La stessa che, in fondo, lo accomuna al piccolo Daragh. "Sfortunatamente non ti posso accontentare, il mio lavoro è fare qualunque cosa per aiutare il Liverpool a vincere (...) Leggendo la tua lettera posso dire tranquillamente che la tua passione per il calcio e per la tua squadra non cambierà, il Manchester United è fortunato ad averti. Spero che se continueremo a vincere non sarai troppo dispiaciuto, le nostre squadre sono grandi rivali ma condividono grande rispetto reciproco. Questo è per me il calcio". Un bellissimo messaggio quello di Klopp, che macinando record su record, trascinando la propria squadra sul tetto d’Europa e del mondo non dimentica quella che, dopotutto, è l’essenza più autentica del calcio: la passione unita al rispetto per l’avversario. Il giovane Daragh Curley non avrà raggiunto il proprio obiettivo, certo, ma sicuramente potrà ritenersi soddisfatto di averci provato...

Brindisi: La società, ‘Calciatori pagati, non inventino scuse’
Calcio: Maxi squalifica in Francia per morso nelle parti basse