Serie B

Il punto: Cosa attenderci dalla nuova stagione di Serie B?

Empoli, Benevento e Frosinone sono le favorite, ma chi si candida al ruolo di sorpresa?

16.09.2019 17:40

Anche lo scorso anno, come spesso avviene negli ultimi tempi, la Serie B ha regalato a tutti gli appassionati di calcio emozioni a non finire. Sebbene il campionato sia stato condizionato dalle vicende giudiziarie che hanno riguardato Palermo e Foggia, lo spettacolo sul campo non è mancato, con Brescia, Lecce ed Hellas Verona che alla fine hanno centrato la promozione e che quindi quest’anno andranno in scena in massima serie. Al loro posto, le neoretrocesse Empoli, Frosinone e Chievo Verona sono pronte a disputare un campionato di vertice, con i clivensi che tuttavia non sembrano aver ancora superato i problemi societari protagonisti delle loro ultime stagioni. Alle loro spalle, ad ogni modo, sono diverse le compagini pronte a sorprendere e da appassionati di calcio non ci resta altro da fare che goderci lo spettacolo.

Christian Bucchi, allenatore passato dal Benevento allEmpoli

Le principali indiziate alla promozione in Serie A Secondo la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori, la rosa più competitiva e forte dell’intera Serie BKT è quella dell’Empoli. Sono anni che i toscani lavorano estremamente bene sul mercato, acquistando calciatori semi sconosciuti a poco prezzo e rivendendoli a cifre mostruose. È accaduto tre anni fa con le cessioni al Napoli di Hysaj, Mario Rui e Zieliński ed è accaduto anche quest’anno con i trasferimenti di Traorè, Caputo, Di Lorenzo, Krunić e Bennacer. Alle cessioni, ad ogni modo, hanno fatto da contraltare sia l’arrivo di Bucchi in panchina che gli ingaggi di Mancuso, Štulac, Moreo, Brigoli, Dezi e Laribi: tutti calciatori di primo livello, che ben conoscono il campionato cadetto e che rappresentano un autentico lusso per la categoria. Alle spalle dalla squadra empolese, oltre al Frosinone, c’è grande interesse attorno al Benevento. I sanniti, grazie al solito fondamentale apporto economico fornito dal presidente Vigorito, sono riusciti a portare in Campania dapprima Filippo Inzaghi e, poi, giocatori di primo piano, tra cui spiccano i nomi di Schiattarella, Kragl e Sau. Empoli, Benevento e Frosinone sono quindi le assolute favorite della vigilia ma ogni anno il campionato cadetto ci ha dimostrato che i pronostici lasciano il tempo che trovano. A differenza della massima serie, in cui al 12 di settembre, dando un’occhiata alle scommesse Serie A, a quota 1,50, la Juventus è la favorita indiscussa per la conquista del nono scudetto consecutivo, in Serie B il discorso è più molto complicato e siamo sicuri che le emozioni e le sorprese saranno all’ordine del giorno.

Daniele Sciaudone, centrocampista del Cosenza

Le possibili sorprese del campionato Spesso, nei passati campionati di Serie B, squadre partite senza particolari ambizioni si sono ritrovate a lottare nelle zone nobili della classifica e, in più di un’occasione, sono riuscite anche a conquistare la promozione in Serie A. Il campionato cadetto è un campionato particolare, estremamente equilibrato e, soprattutto, imprevedibile. Alla fine, a vincere, non sono le squadre che sulla carta sono meglio attrezzate o che vantano in rosa nomi altisonanti, bensì quelle che riescono a fare gruppo sin da subito, dando continuità ai propri risultati. È per tutte queste ragioni che alle spalle di Empoli, Benevento e Frosinone, c’è grande interesse nel capire quali potranno essere le possibili sorprese. Tra queste, ad oggi, possiamo sicuramente inserire la Salernitana che, dopo anni difficili, grazie a due vittorie nelle prime due partite, si gode la vetta della classifica. I campani, a differenza delle passate stagioni, hanno finalmente dimostrato di essere squadra e sono riusciti ad avere la meglio senza troppi problemi sia del Cosenza che del Pescara. Insieme ai campani, un’altra piazza che sogna in grande è quella di Cremona: i lombardi, dopo un campionato non proprio entusiasmante, sono comunque riusciti a garantirsi le prestazioni sportive dei bomber Ceravolo e Ciofani, candidandosi come una delle possibili rivelazioni della stagione quantomeno nella corsa playoff. Spezia, Crotone, Pescara e Perugia, dal canto loro, sono da tempo al lavoro per dire la loro in ottica promozione e la sensazione è che abbiano a propria disposizione tutti i mezzi per fare bene.

Quest’anno sono dunque diverse le società che hanno lavorato duramente durante la pausa estiva e che si candidano a disputare un campionato di vertice. Da appassionati e da amanti di questo magnifico sport, non possiamo fare che augurare a tutti i tifosi una splendida, emozionante ed indimenticabile stagione di calcio e che, alla fine, vinca il migliore.

Arresti curva Juve: ‘La società ha avuto il coraggio di denunciare’
Taranto: L’ultimo 4-0 casalingo risale a 17 anni fa