ALTRI SPORT

Pro Cup: L’Ordine degli Ingegneri vince l’edizione 2019

I medici trionfano nel tennis. Successo per il Gran Gala finale

Comunicato stampa
17.07.2019 23:35

Ancora una volta sono risuonate le note della indimenticabile «We are the champions» dei Queen: per celebrare il successo dei vincitori. Si è conclusa con il meritato successo dell’Ordine degli Ingegneri l’edizione 2019 della Pro Cup: il successo della rappresentativa è stato celebrato nell’incantevole scenario del Canneto Beach con una serata di gala in cui si è svolta la cerimonia di premiazione della Coppa degli Ordini Professionali di terra jonica. Il grande successo della manifestazione è stato premiato dalla partecipazione di ben sei ordini professionali e di oltre un centinaio di professionisti che hanno saputo mettersi in gioco disputando i tre mini-campionati giocati sui campi in terra rossa di Canneto e Circolo Tennis Taranto (per il tennis), sui campi al coperto del Circolo Tennis Taranto (per il beach tennis) e sull’erba sintetica dei Diavoli Rossi (per il futsal). Nel corso della serata è stata ufficializzata la graduatoria definitiva della Pro Cup, stilata addizionando i dati delle tre classifiche di specialità. Ha trionfato la selezione degli Ingegneri, guidata dal capitano Roberto Di Napoli, che si è aggiudicata anche la coppa di specialità del calcio a 5: la Pro Cup “maggiore”, però, sarà detenuta dal team fino alla prossima edizione, come era già avvenuto per gli Avvocati e Magistrati che avevano conquistato il torneo nel 2017. Il Trofeo sarà vinto definitivamente dalla compagine che per prima si aggiudicherà tre edizioni. La cerimonia è stata condotta da Leo Spalluto e Alessandra Macchitella, fondatori dell’associazione promotrice Aleo Aps. Insostituibile è stata l’opera del Comitato Organizzatore, composto dal coordinatore del torneo Nico Traversa, da Luigi Capilli (responsabile marketing) e Carmen Rizzi di Global Adv.

I commercialisti

Consegnate anche le altre coppe di specialità: sul palco sono saliti i capitani dei Medici ed Odontoiatri, Dario Malagnini (primo posto nel tennis) e dei Commercialisti ed Esperti Contabili Nicola De Florio (successo nel beach tennis). Roberto Di Napoli si è aggiudicato anche, per la seconda edizione consecutiva, il premio “Highlander” quale unico partecipante in campo in tutte le discipline. Grandi applausi anche per i capitani delle altre formazioni: Luca Spagnolo e Carla Graniglia (Farmacisti), Fabrizio Nastri e Salvatore Di Fonzo (Avvocati e Magistrati).

I medici

Premiatori d’eccezione della serata sono stati alcuni componenti del Comitato d’Onore: Giuseppe Graniglia, Angelo Vinci e Giovanni Corrente, titolare della struttura del Canneto Beach. La cena, ingentilita dalle note del selezionatore Mauro D’Andria, si è conclusa con gli abbracci e i saluti finali tra i professionisti dei sei Ordini partecipanti. Ma si è trattato soltanto di un arrivederci, in attesa della prossima edizione della Pro Cup. Una nota a margine merita la Pro Cup di tennis: la finalissima si è disputata sabato scorso e ha visto nuovamente il trionfo dei Medici, capitanati da Dario Malagnini, che si sono imposti 4-0 sulla formazione degli Ingegneri.

Ippica: Un ritrovato Zio Carlo Jet spicca all’ippodromo Paolo VI
Teatro: Palcoscenico d’estate, ‘U Mbrugghione’ slitta...