CRONACA

Taranto: Droga nascosta in prese elettriche, arrestato spacciatore

Sequestrati dai Carabinieri 25 grammi di cocaina, 47 grammi di eroina e 21 grammi di hashish, oltre alla somma di 1.290 euro in contanti

Comunicato stampa
26.09.2019 17:56

Nel corso di un servizio di contrasto alla criminalità nel quartiere Paolo VI, i Carabinieri della Stazione di Taranto Nord, coadiuvati dai militari del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto e dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Modugno (BA), hanno tratto in arresto un pregiudicato di 36 anni per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante le fasi della perquisizione si è giunti al rilevamento della droga grazie all’ausilio delle unità cinofile, dato che la sostanza era stata ben nascosta all’interno di interstizi ricavati in alcune prese elettriche, vicino alle quali erano stati posti dei disturbatori olfattivi, proprio per evitare che i cani potessero individuarla. Nonostante tali espedienti, i cani antidroga, sapientemente addestrati anche per questo tipo di evenienza, hanno attirato direttamente l’attenzione dei militari sugli incavi in cui è stato effettivamente rinvenuto un ingente quantitativo di droga, già suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata. All’esito delle attività sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro 25 grammi di cocaina, 47 grammi di eroina e 21 grammi di hashish, oltre alla somma di 1.290 euro in contanti, 2 bilancini di precisione, 3 coltelli a serramanico e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente. Al termine delle formalità di rito, su disposizione del PM di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Taranto, l’arrestato è stato condotto presso la locale Casa Circondariale.  

Castellaneta: Stagione venatoria si apre con un sequestro di armi
Taranto: Allegrini ha recuperato, speranze per Giappone