BASKET

Basket: Cus Jonico protagonista al Premio Atleta di Taranto 2019

Giovedì sera la cerimonia al Castello: il general manager Roberto Conversano sarà premiato tra i dirigenti, tra gli atleti l’ex rossoblu Conte e la Virtus con il Baskin

Comunicato stampa
20.08.2019 16:44

Roberto Conversano, dirigente del Cus Jonico Taranto

Una bella consuetudine che si rinnova. Ancora una volta il Cus Jonico Basket Taranto sarà protagonista del premio Atleta di Taranto 2019. La kermesse che celebra lo sport tarantino è giunta alla decima edizione, ed è organizzata come ogni anno da Roberto De Lorenzo, patrocinata dal Comando Marittimo Sud, dall'Amministrazione Comunale di Taranto e dalla Provincia di Taranto. Anche quest’anno il Cus Jonico figura, direttamente o indirettamente, nel novero dei premiati. A cominciare dal suo general manager Roberto Conversano che verrà premiato come miglior dirigente. In quota Cus Jonico, tra gli atleti maschili, riconoscimento per Gianmarco Conte che proprio con la canotta rossoblu ha mosso i primi basket nel basket dei grandi, esordendo in serie B giovanissimo, e che ora si sta facendo onore, sempre in serie B a Vicenza. Oltre ad aver dato i natali cestistici a Conte nelle sue giovanili, la consociata Virtus Taranto sarà premiata per la sua grande iniziativa dell’Ash Baskin, che mette insieme inclusione sociale e sportiva per i diversamente abili,. Ma sarà una serata dove la palla a spicchi la farà da padrone con il giusto riconoscimento alle ragazze dell’Ad Maiora fresche di promozione, la giocatrice Roberta di Gregorio che ha raggiunto la serie A femminile, l’arbitro nazionale Angelo Lenoci, l’allenatore Fabio Palagiano e la Santa Rita per l’organizzazione delle finali nazionali del campionato under 16. Per tutti l’appuntamento è nella Piazza d'Armi del Castello Aragonese giovedì 22 agosto a partire dalle ore 21. La premiazione sarà presentata dai giornalisti Enrico Losito e Matteo Schinaia conl’atleta di arti marziali Fabiola De Lorenzo.

Virtus Francavilla: Cambia l’orario del match con la Reggina
Real Sava: Caricasulo, 'Miglior risultato non è vincere ma imparare’