Serie C

Serie C/C: 35a Giornata, la vigilia degli allenatori

La fiducia di Liverani, la grinta di Calori, l’orgoglio di Braglia, il ‘futuro’ di Scienza

14.04.2018 16:58

Piero Braglia, allenatore del Cosenza - Foto Francesco Donato

Lecce: Liverani, “Dipende sempre tutto da noi...”.

“Le gare diminuiscono ed è normale che inseguire è sempre più difficile. Siamo in testa e consapevoli che dipenderà tutto da noi: col Fondi bisogna pensare a vincere senza farci prendere dall’angoscia, abbiamo le qualità per far nostra la gara. La condizione fisica e mentale della squadra è ottima, l’ho capito vedendola allenare nel corso della settimana. Il ritorno di Pacilli? Se lo merita perché nonostante fosse finito fuori lista per una questione regolamentare, si è sempre allenato con impegno a dimostrazione di quanto sia professionale lo spogliatoio...”.

Trapani: Calori, “Se non giochiamo al massimo, mi incazzo come una belva”

Nonostante la battuta d’arresto con la Virtus Francavilla, Alessandro Calori non si arrende e pretende che i suoi continuino a credere nella promozione diretta in B: “Bisogna pensare partita per partita, altrimenti sprechiamo energie e serenità - analizza alla vigilia del match con la Fidelis Andria -. Se restiamo concentrati e diamo il massimo possiamo vincere con tutti. Ma se mi accorgo che la squadra non si esprime al massimo delle sue potenzialità, mi incazzo come una belva. Che non ci siano le motivazioni è una roba che non sta né in cielo né in terra”.

Monopoli: Scienza, “Quarto posto possibile se non perdiamo a Castellammare”

Difendere il quarto posto appena conquistato, è questa la missione di Beppe Scienza e del suo Monopoli che sarà di scena a Castellammare di Stabia: “Se domenica usciremo indenni dal “Menti”, allora il quarto posto è possibile. Ma non sarà facile perché la Juve Stabia è una squadra ben organizzata che in casa sa rendersi molto pericolosa. Il mio futuro a Monopoli? Ne riparleremo quando i playoff saranno matematici. Se ci saranno le condizioni, andremo avanti insieme...".

Cosenza: Braglia, ‘Ci mancano sei punti per i playoff”

Col Catanzaro non abbiamo giocato bene, spero di vedere qualcosa di diverso con la Sicula Leonzio. Dobbiamo cercare di vincere le partite in casa perché basterebbe questo per andare ai play-off. Ci mancano ancora sei punti, prima li facciamo prima possiamo lavorare per prepararci bene proprio in vista degli spareggi. Dobbiamo definire i messaggi che manda la squadra: da quando ci sono io, abbiamo la miglior difesa del campionato e nel girone di ritorno abbiamo perso solo due volte tirandoci fuori dai guai”.

Atletica: Palmisano punta azzurra dei Mondiali a squadre di marcia
Serie C/C: Matera, solo in 19 per la sfida con la Virtus Francavilla