Promozione

Brindisi: Rufini, 'E' stato il successo di tutti...'

Alessio Petralla
16.04.2018 15:15

Con un turno d’anticipo il Brindisi è in Eccellenza. Battendo seccamente, 0-3, il Tricase gli adriatici abbandonano l’inferno della Promozione e finalmente il tecnico Danilo Rufini, a Blunote, può festeggiare la bella impresa: “Giustamente siamo felici dopo un’annata che è stata molto lunga e in cui tutti aspettavano il nostro primo errore. Abbiamo raggiunto un obiettivo in cui sia noi che tutta la società ci abbiamo sempre creduto. E’ giusto e meritato visto che veniamo da ventidue risultati positivi di fila e abbiamo numeri importanti e che fanno capire la costanza della mia squadra: miglior attacca, miglior differenza reti e seconda miglior difesa”.

LA GARA: “Il Tricase cercava di mantenere o migliorare la sua posizione nei play off. E’ stata una gara dura che abbiamo sbloccato nei minuti di recupero nella prima frazione. Nella ripresa i ragazzi sono stati esemplari. Grandissima prestazione con una squadra forte. Onore al Tricase”.

TIFOSERIA E RINGRAZIAMENTI: “Ci dispiace tanto che i tifosi non hanno potuto vivere con noi questo momento. Non è una cosa buona ma li aspettiamo in tanti domenica. Li ringraziamo perché anche grazie a loro abbiamo superato quei pochi momenti difficili vissuti in stagione. Sono stati costruttivi anche nelle critiche. Vittoria che dedico a loro, alla società e alla famiglia oltre a dei calciatori come Mastrogiacomo e Quintavalle che hanno trovato pochissimo spazio ma che hanno dato, sempre, una grossa mano allo spogliatoio. Domenica li butterò nella mischia. Ci tengo a ringraziare il mio staff composto da Caputo, Martinelli e Galluzzo e tutti i magazzinieri. Tutta gente che ha dato un contributo essenziale a questo trionfo”.

BRINDISI: “Merita molto di più dell’Eccellenza. Mi hanno chiamato in questo momento storico per sporcarmi le mani e sono felice di essere riuscito a ottenere questo successo. Ora sta anche alla società riportare Brindisi dove merita. E’ una proprietà ambiziosa che sono sicuro programmerà il futuro al meglio…”.

Si ringraziano:

 

Avetrana: Branà, 'Ci abbiamo messo il cuore, loro più esperti'
Taranto: Club a sostegno dell’Uno maggio libero e pensante